A quanto verrà venduto all’asta l’ultimo Leonardo da Vinci privato?

Reuters
Il miliardario russo Dmitrij Rybolovlev il 15 novembre cederà da Christie’s, a New York, il “Salvator Mundi” di Da Vinci. Il prezzo stimato è di 100 milioni di dollari, ma potrebbe anche raddoppiare

Questo è il “Salvator Mundi”, l’ultimo quadro di Leonardo da Vinci in una collezione privata, databile al 1499 circa, un olio su tavola di 66x46 cm, solo recentemente attribuito al grande artista.

Questo è Dmitrij Rybolovlev, il miliardario russo che possiede quest’opera, e anche la squadra di calcio francese del Monaco. 

Questa è la Casa d’aste Christie’s di New York, alla quale Rybolovlev ha concesso l’onore di battere all’asta il quadro il prossimo 15 di novembre. 

Questi sono cento milioni di dollari (85 milioni di euro), il valore stimato del “Salvator Mundi”. Il quadro era stato venduto all’asta nel 1958 per appena 45 sterline. Rybolovlev lo aveva invece acquistato nel 2013 per 79 milioni di dollari (67 milioni di euro).

Questa è la “Madonna Benois”, dipinto a olio su tavola trasportato su tela (48x31 cm) di Leonardo da Vinci, databile al 1478-1482 circa e esposto all’Ermitage di San Pietroburgo dal 1914. All’epoca fu l’ultima opera leonardesca a passare da mani private in mani pubbliche. Il “Salvator Mundi” è stato infatti attribuito a Leonardo solo nel 2015. 

Questa è la National Gallery di Londra, dove il “Salvator Mundi” è stato esposto per la prima volta al pubblico nel 2011. In seguito è stato venduto da Sotheby’s al mercante d’arte Yves Bouvier, che riuscì a rivenderlo a Rybolovlev 47,5 milioni di dollari più caro di quanto non lo avesse pagato.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale