Guardate come gli architetti stranieri stanno cambiando Mosca

: Anton Belitskij
Hanno lavorato a New York, Londra, Utrecht, Oslo… Ora sono all’opera nel centro della capitale russa per darle un volto ancora più bello e moderno

I turisti che sono arrivati ​​a Mosca quest’estate, avranno sicuramente notato come il centro della città si sia trasformato in un enorme cantiere. Entro settembre 2017 la capitale russa si ritroverà 50 nuovi parchi, 50 chilometri di strade risistemate e 12 lungofiumi rinnovati. Tutto questo avviene grazie al programma “Moja Ulitsa”, “La mia via”,  lanciato dall’amministrazione comunale nel 2014 in collaborazione con lo studio di Design Strelka e alcune star dell’architettura mondiale, come Snøhetta, Diller Scofidio + Renfro, Okra e altri. Ecco alcuni esempi di cosa viene costruito a Mosca in questo momento.

Via Tverskaja e Piazza Tverskaja Zastava

Fonte: Anton BelitskijFonte: Anton Belitskij

Il progetto per la ricostruzione della strada principale di Mosca viene gestito dallo studio olandese West 8, già noto per le sue opere in Russia, ad esempio per il progetto di ristrutturazione dell’Isola Nuova Olanda a San Pietroburgo. La ricostruzione della via Tverskaja è quasi finita e quella della piazza Tverskaja Zastava dovrebbe essere completata entro la fine del 2017.

Piazza Bolotnaja e Lungofiume Jakimanskaja

Fonte: Anton BelitskijFonte: Anton Belitskij

A lavorare qui è un altro studio olandese, l’Okra, specializzato nella progettazione di lungofiumi e paesaggi urbani. Tra i progetti dello studio ci sono i Giardini Cutty Sark di Londra, che scendono fino all’acqua del Tamigi, il boulevard de Vilingen, lungo la costa del Mare del Nord a Cadzand-Bad, nei Paesi Bassi, e il restyling del centro di Basilea, in Svizzera. Lo studio ha inoltre eseguito il progetto di restyling del Domplein, il quartiere della vecchia Utrecht, sotto il quale sono sepolti i resti del Castello romano.

Piazza Crimea e Lubjanka

Fonte: Anton BelitskijFonte: Anton Belitskij

La ristrutturazione di questi due famosi punti di Mosca è condotta dallo studio architettonico norvegese Snøhetta, diventato famoso per il progetto dell’Opera Nazionale e del Balletto di Oslo e per la ricostruzione di Times Square a New York.

La Strada dei bambini

Fonte: Anton BelitskijFonte: Anton Belitskij

L’americana Martha Schwartz e lo studio che porta il suo nome hanno completato nel 2016 il progetto architettonico della “Strada dei bambini”. Il percorso passa intorno al “Grande Magazzino centrale dei bambini ”, che gode del titolo non ufficiale di  “Paese dei bambini” fin dai tempi sovietici.

Strade intorno a Zarjadie

Fonte: Anton BelitskijFonte: Anton Belitskij

Gli americani Diller Scofidio + Renfro (DS + R) sono gli autori del parco High Line di New York, creato sulle vecchie linee ferroviarie. Gli americani sono impegnati a rielaborare la parte più misteriosa della vecchia Mosca, il quartiere Zarjadie, situato alla destra del Cremlino.

Piazza Khokhlovskaja

Fonte: Anton BelitskijFonte: Anton Belitskij

La ricostruzione di uno dei più antichi distretti di Mosca, il Kitai Gorod, sarà seguita dalla società di architetti paesaggisti di Londra Djao-Rakitine. Lo studio ha progettato un’area pubblica per il Grande magazzino Selfridges di Londra, alcuni spazi urbani in Lussemburgo e un campus di 337 ettari nell’incubatore di start-up di Saclay, in Francia.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale