Nobel a Dylan: Con lui la musica diventa letteratura

La musica di Bob Dylan ha influenzato anche cantanti e poeti russi come Boris Grebenshchikov e Make Naumenko.

La musica di Bob Dylan ha influenzato anche cantanti e poeti russi come Boris Grebenshchikov e Make Naumenko.

: EPA
Da Viktor Erofeev a Dmitrij Bykov, molti esponenti del mondo culturale russo si sono pronunciati sul premio conferito al cantante: “Dimostrazione che esiste un’altra America, Paese di artisti eccezionali”

La notizia del Premio Nobel per la Letteratura a Bob Dylan ha suscitato grande entusiasmo anche in Russia. Rbth ha raccolto i commenti di alcuni dei maggiori esponenti russi del panorama culturale.

Aleksandr Prokhanov, scrittore

Mi sembra che il giapponese Murakami sarebbe stato più adatto al Nobel, perché lì c’è veramente una letteratura profonda, una filosofia, uno stile, una nuova estetica. Al contrario mi sembra che ci sia in atto sempre di più una profanazione del mondo della cultura.

Artemij Troitskij, critico musicale

Credo che ora l’intero mondo musicale stia festeggiando, perché in passato molti poeti del rock non hanno ottenuto il premio Nobel per la Letteratura: John Lennon, Jim Morrison, Bob Marley e molti altri ragazzi che hanno scritto poesie favolose, ma che non avevano il formato adatto per ottenere il premio. Dylan per la prima volta è riuscito a sfondare questa barriera.

Spero che Dylan non sia l’ultimo, visto che sono ancora vivi e in perfetta forma anche Leonard Cohen, Neil Young e, osservando il nostro Paese, Boris Grebenshchikov, Andrej Makarevich, Yurij Shevchuk e altri eccezionali poeti.

Bob Dylan. Fonte: APBob Dylan. Fonte: AP

Viktor Erofeev, scrittore

La consegna del Nobel a Dylan è semplicemente un’ironia della sorte. Un cantante professionista della protesta, con meravigliosi versi e melodie, ha ottenuto il più grande premio mondiale di letteratura. È un po’ come offrirgli un posto nel cimitero di Novodevichij: Sartre, per esempio, lo ha rifiutato il Nobel. Ma Dylan, forse, non lo rifiuterà.

In questo modo comunque il comitato del Nobel ha dimostrato che negli Stati Uniti non esistono solo Trump e la Clinton, ma anche un’arte eccezionale ed eccezionali poeti.

È come dimostrare a tutto il mondo che esiste un’altra America. E credo che si tratti di un segnale importante. Sono sinceramente felice che il comitato del Nobel abbia scelto un vero talento e non una semplice marionetta della politica.

Dmitrij Bykov, scrittore

Non direi che Dylan è solo un musicista. Fa parte di quella sfera di persone che hanno dato una spinta in avanti alla poesia, come Jim Morrison e Leonard Cohen. Dylan è un poeta eccezionale. Fin dagli anni Sessanta la sua poesia è conosciuta in tutto il mondo e le persone condividono le sue citazioni. Perché non dargli il Nobel?

Ti potrebbe interessare anche: 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta