Dubl Dv@, i più bei film da vedere gratis online

Malevich

Malevich

Kinopoisk.Ru
Dall'11 al 22 aprile sarà possibile guardare in streaming alcune pellicole russe, nell'ambito del festival del cinema online organizzato da Rossiyskaya Gazeta. Ecco alcune proiezioni da non perdere

1. CheBe

Una scena del Film "CheBe". Fonte: kinopoisk

Un certo Nurik viene ucciso da uno skinhead chiamato Yaroslav, che si definisce “allergico alla Caucaso”. Ma Nurik torna nel mondo dei vivi in qualità di... angelo custode di Yaroslav. Uniti da una forza mistica, i due si trovano costretti a cercare un punto di incontro.
Questo è il primo film del regista Evgenij Shelyakin, che per molto tempo si è specializzato nella commedia e ha lavorato per la tv russa. Il film è stato subito ribattezzato un “inno al politically correct”. 

2. Andersen. Una vita senza amore

Una scena del film. Fonte: kinopoisk

Girare la biografia del grande autore danese di fiabe Hans Christian Andersen è sempre stato il sogno del celebre regista russo Eldar Ryazanov, conosciuto per il film (diventato ormai un classico) “Ironia del destino, oppure buona sauna”. Un sogno realizzato a 78 anni, dopo aver passato parecchio tempo alla ricerca di finanziamenti.

L’età del regista ha sicuramente lasciato il segno nella realizzazione del film, dove la leggerezza tipica delle vecchie pellicole di Ryazan ha ceduto il posto a riflessioni filosofiche sul senso della vita. La critica tuttavia ha definito il film uno dei più interessanti degli ultimi anni.

3. Fuga da Moskvabad

Una scena del film. Fonte: kinopoisk

Fra i meriti della regista Daria Poltoratskaya ci sono i piani sequenza utilizzati nella realizzazione di questo film, dove Mosca risulta una città di una bellezza straordinaria. Tra i personaggi principali ci sono la provinciale Masha, ex venditrice di un mercato della capitale che, grazie all’aiuto del suo amante, è riuscita a ottenere un impiego al Servizio di migrazione. Anche il tagico Khasan, il cui sogno è quello di tornare a Dushanbe, lavora nello stesso ufficio. Ma per lui la situazione si fa sempre più contraddittoria: lavora per il Servizio di migrazione, ma al contempo offre aiuto agli stranieri illegali. Quando il destino dei due personaggi si incrocia, la storia prende una svolta interessante...

4. Shagall-Malevich

Una scena del film. Fonte: kinopoisk

Il film affronta il rapporto tra i due geni dell’avanguardia russa. Negli anni Venti Marc Chagall si recò nella sua città natale di Vitebsk (oggi Bielorussia) per fondare una scuola d’arte. Insieme a lui arrivarono anche altri rappresentanti dell’avanguardia, tra cui Malevich. Ma in poco tempo le circostanze venutesi a creare fecero in modo che non ci fosse abbastanza posto per i due artisti insieme...

Questo film di Aleksandr Mitta è senza dubbio il primo lavoro del cinema russo moderno che riflette sulla storia dell’avanguardia attraverso i ritratti dei suoi principali rappresentanti.

5. Gli eredi

Una scena del film. Fonte: kinopoisk

In un dibattito televisivo vengono riuniti un politologo, un patriota, una star della musica pop, altri personaggi e il presentatore, che discutono dell’eredità del famoso santo russo Sergej Radonezhskij. Durante il dibattito, il presentatore si rende conto che il programma sta per essere bloccato. Rendendosi conto di non aver niente da perdere, decide di giocarsi il tutto per tutto e spara a zero contro tutti. Il film è firmato da Vladimir Khotinenko, uno dei più celebri realizzatori russi della “nouvelle vague” che si è formata dopo la caduta dell’Unione Sovietica. Il suo film “Uno specchio per l’eroe” gli è valso il premio Vittorio De Sica nel 1987 in Italia. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta