Fashion Week: la parola d'ordine è osare

Modelle in passerella alla Mercedes Benz Fashion Week di Mosca.

Modelle in passerella alla Mercedes Benz Fashion Week di Mosca.

: Ufficio stampa
Le giovani rivelazioni della moda russa non hanno paura di sperimentare. E portano in passerella collezioni fantasiose e colorate, dai dettagli originali. Rbth ha selezionato i brand più interessanti presentati alla Mercedes Benz Fashion Week di Mosca

La 32esima edizione della Mercedes Benz Fashion Week di Mosca ha ospitato oltre 50 stilisti, che hanno portato in passerella le nuove collezioni autunno-inverno 2016-2017. Rbth ha selezionato i brand più interessanti.

KSENIASERAYA 

Prima di fondare il proprio brand, Ksenia Seraya si è diplomata alla scuola di moda Polimoda Fashion School di Firenze, lavorando per diversi anni nella maison di Ermanno Scervino. Per la sua nuova collezione Capsule Collection Dress for Pina, Ksenia Seraya ha preso ispirazione dal celebre artista americano Alexander Calder.

Ufficio stampa
Ufficio stampa
Ufficio stampa
Ufficio stampa
Ufficio stampa
 
1/5
 

La nascita dei dettagli di questa collezione è simile alla genesi delle opere dell’artista di Brooklyn Clement Valla, dove egli studia l’imprevedibilità e il caso. L’immagine femminile della collezione è stata ispirata dalla celebre ballerina Pina Bausch, per via del suo approccio avanguardista nella produzione dei balletti e della cooperazione con lo stilista giapponese Yoji Yamamoto nel 1998.

Sperimentando diverse densità di tessuti e abiti traforati, Ksenia ha dato vita a materiali gentili, leggeri ed eleganti. L’assenza di cuciture offre poi un taglio ideale, mentre le tonalità naturali del rosso e del bianco aggiungono un tocco di raffinatezza.

www.kseniaseraya.com

VIPERS

Ufficio stampa
Ufficio stampa
Ufficio stampa
Ufficio stampa
Ufficio stampa
 
1/5
 

Tra le nuove rivelazioni della Mercedes Benz Fashion Week c’è anche il brand VIPERS delle sorelle Katya e Vera Viper. Nonostante la loro giovane età, le due ragazze hanno ottenuto già diversi riconoscimenti, come il concorso per giovani stilisti Galeria Fashion Week a San Pietroburgo, e sono arrivate in finale alla competizione internazionale Hand and Lock Embroidery Prize di Londra.

Vera ha studiato presso l’accademia Stieglitz Art and Industry di San Pietroburgo, mentre Katya, storica dell’arte e della moda, è responsabile della linea del brand e delle public relation. Entrambe vantano esperienze e studi all’estero, anche all’Istituto Marangoni di Milano.

La loro parole d’ordine è sperimentare: dallo stile alle forme, dai colori ai materiali, i loro abiti sono vere e proprie rivelazioni.

La loro nuova collezione, POISON, si ispira alla consistenza del veleno, ai liquidi fluorescenti, alle linee dei tatuaggi, e i capi sono realizzati sulla base di interessanti asimmetrie.

www.viperssisters.com

SORRY, I'M NOT

Ufficio stampa
Ufficio stampa
Ufficio stampa
Ufficio stampa
Ufficio stampa
 
1/5
 

La collezione di questi giovani stilisti prende ispirazione dalla figura della sirena, che spezza il cuore degli uomini senza alcuna pietà. I colori vivaci degli abiti spaziano dal giallo brillante al rosa arcobaleno, fino al nero lucido. 

Il nome provocatorio del brand spinge gli stilisti a sperimentare e a osare. Per la nuova stagione, il marchio utilizza con coraggio dettagli metallici scintillanti, combinazioni stravaganti e talvolta esagerate di colori e tessuti. Ogni modello risulta carico di ironia e provocazione, mentre le associazioni di materiali seducono i più audaci. 

Il brand è stato fondato nel 2012 da Nikita Moiseyenko, che ha debuttato - così come avviene spesso - con delle semplici griffe per t-shirt. Questi primi prodotti sono stati il suo trampolino di lancio. 

I suoi lavori sono stati notati e acquistati da Podium Concept Store (un colosso in Russia) e da altre boutique di Mosca.

www.sorryiamnot.com

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Leggi di più