I diari di Tolstoj disponibili on line

Per l’anniversario della nascita di Lev Tolstoj, Google ha realizzato un Doodle in suo onore (Screenshot da www.google.it)

Per l’anniversario della nascita di Lev Tolstoj, Google ha realizzato un Doodle in suo onore (Screenshot da www.google.it)

L’iniziativa per il compleanno del genio russo: scritti e taccuini caricati su Internet e accessibili gratuitamente. “Chiunque potrà scaricare o leggere sul Web le sue riflessioni”

Il nove settembre, in onore del compleanno di Lev Tolstoj, alcuni dei rari scritti autobiografici dell’autore – i suoi diari e i suoi taccuini – sono stati caricati sul sito www.tolstoy.ru. Grazie all’iniziativa "Tutto Tolstoj in un solo click", questo raro materiale bibliografico è adesso accessibile gratuitamente. I volumi, che contengono alcuni stralci dei diari (dal volume 46 al 58), possono essere scaricati nei formati .fb2, ePub, .mobi e HTML.

Il progetto

L’iniziativa "Tutto Tolstoj in un click" (www.readingtolstoy.ru) è stata lanciata nell’estate del 2013. Alcuni esperti hanno esaminato novanta volumi scannerizzati degli scritti dell’autore usando il programma ABBYY FineReader. Più di tremila volontari hanno riletto tutti i testi al fine di creare una versione elettronica di riferimento. Adesso chiunque può leggere questi rari scritti oltre ai diari di Tolstoj, sul tablet, lo smartphone o l’e-reader. Ad oggi cinquantaquattro volumi sono disponibili gratuitamente e possono essere scaricati su www.tolstoy.ru.

“Vogliamo ringraziare tutti i volontari che hanno contribuito alla rilettura dei testi di Lev Nikolaevich” ha detto Fekla Tolstaya, bisnipote dell’amato scrittore e responsabile dell’iniziativa. “Molte persone hanno detto di essere state particolarmente colpite dai diari. Adesso chiunque vorrà, potrà scaricare o leggere online questa raccolta di riflessioni dello scrittore”, ha aggiunto.

Tolstoj iniziò a tenere un diario quando aveva solo diciotto anni e viveva a Kazan, e smise quattro giorni prima della sua morte. Esistono trentuno quaderni pieni di suoi riflessioni – per un totale di quattromila settecento pagine: solo cinquecento pagine in meno di “Guerra e Pace”. Oltre ai diari, anche i taccuini del grande scrittore, compilati durante il componimento di “Anna Karenina” e “Guerra e Pace”, sono stati riportati in formato elettronico. Alla fine della sua esistenza Tolstoj riteneva che i suoi diari fossero la sua opera più importante, e assegnava loro un significato assai maggiore rispetto ai suoi romanzi, o a qualsiasi altra sua opera di tipo creativo.

 
Google rende omaggio
a Tolstoj con un Doodle

“Nei suoi diari, quando ormai non era più giovane, Tolstoj riflette sul nesso tra spazio e tempo. È assolutamente sorprendente!” afferma Mikhail Rusov, ammiratore di Tolstoj. “Il tema dello spazio e del tempo è uno degli argomenti chiave nei diari degli anni Novanta”, ha aggiunto Vladimir Anyanov, un volontario che ha partecipato all’iniziativa.

“Probabilmente solo Dio e l’amore erano temi a cui pensava di più. Sono rimasto colpito dalla profonda religiosità che l’autore dimostra nei suoi diari, e dal fatto che egli si ispirasse ai principi della bontà, della coscienza, dell’amore e del volere di Dio. Sono rimasto sbalordito dalla sua profonda autocritica. Leggendo le accuse che rivolge a se stesso (anche come scrittore), si fa fatica a credere che siano state scritte da un uomo che era considerato un genio”.

Poco prima della sua morte, Tolstoj disse: “Credo di scrivere il mio diario non per me, ma per gli altri. Soprattutto per coloro che continueranno a vivere quando io fisicamente non ci sarò più. E se i diari andassero in fiamme? Beh, forse sono necessari agli altri ma per me non credo che lo siano. I miei diari sono me”. 

Qui la versione originale dell'articolo

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta