Tra classicità e avanguardia

La settimana natalizia è ricca di eventi. Dalla musica classica alle nuove frontiere dell'arte contemporanea. Ecco le scelte di Russia Oggi

Soprattutto concerti natalizi. Per respirare in musica l'atmosfera delle festività. Poi numerose mostre e una sguardo al modo in cui la multimedialità sposta in avanti i confini dell'arte contemporanea. Tutto in pochi giorni. Tra Mosca e San Pietroburgo. Per concludere il 2013 all'insegna della cultura.

24 dicembre (martedì)

Nella serata inaugurale del festival "Volti del pianismo contemporaneo" a San Pietroburgo si esibirà Denis Matsuev, accompagnato dall'orchestra del teatro Mariinskij diretta da Valerij Gergiev. Il festival si concluderà il 30 dicembre con un concerto del pianista Nikolaj Luganskij, sempre insieme alla stessa orchestra. Nel corso della manifestazione si esibiranno Anastasia Volochok, Denis Kozhukhin, Rustam Muradov, Sergej Kasprov, Aleksandr Pirozhenko, Pavel Rajkerum, Sergej Redkin, Menahem Pressler, Piers Lane e Anna Vinnitskaya, oltre ad alcuni giovani pianisti, allievi di Valerij Pjasetskij. Al festival prenderanno parte diciannove pianisti di fama mondiale provenienti da diversi paesi.

L'orchestra "Le Poème Harmonique" (Foto: Ufficio Stampa)

24 e 25 dicembre (martedì e mercoledì)

A Mosca e a San Pietroburgo sono in programma un gran numero di concerti natalizi. Il giorno 24 presso la Casa della Musica (Dom Muzyki) di Mosca si terrà un concerto dal titolo "Sogni alla vigilia di Natale". Saranno interpretate, in versione teatralizzata, melodie di Boccherini, Vivaldi, Rossini e Belafonte. Nella casa-museo di Sergej Prokofiev si terrà un concerto dell'"Ensemble da camera e da chiesa". I musicisti interpreteranno i duetti vocali di Mozart, Haydn, Rossini, Offenbach e Schumann, accompagnati da un violino, un pianoforte e un violoncello.  Il 25 dicembre si terranno diversi concerti in contemporanea. Presso la Casa degli Scienziati andrà in scena uno spettacolo natalizio della compagnia di tango argentino diretta da Vlada Zakharova. Alla Casa dei Compositori i solisti del Centro internazionale di bel canto "Solveig" interpreteranno una serie di brani classici del Natale. A San Pietroburgo, alla Cappella Accademica Statale, si terrà un "Concerto di Natale in stile barocco" dell'orchestra di musica da camera "Save Tempo". Il programma prevede brani di Vivaldi, Daquin e Scarlatti.  

25 dicembre (mercoledì)

Presso il club teatrale "Masterskaja" i prossimi 25 e 26 dicembre si svolgerà il festival di musica classica contemporanea "Trudnosti perevoda" ("Le difficoltà della traduzione"). La musica classica contemporanea non è esattamente ciò che siamo abituati ad ascoltare nei concerti: è concettuale, utilizza strani suoni e bizzarre armonie sperimentali. Da qui nasce la difficoltà della sua ricezione; è qualcosa di difficile, ma interessante. Kirill Shirokov e Sergej Chirkov eseguiranno i brani di Antoine Beuger "Three drops of rain", "East Wind" e "Ocean".  A seguire, verranno suonate opere di Dmitrij Kurljandskij, Anna Romashkova, Arvo Pärt, Sergej Nevskij, Helmut Lachenmann e altri autori.  

27 dicembre (venerdì)

L'orchestra francese di musica barocca "Le Poème Harmonique" interpreterà alla Casa della musica di Mosca opere di Monteverdi, Marini, Manelli e Ferrari, oltre ad alcune canzoni popolari. "Le Poème Harmonique" è un'orchestra giovane, fondata nel 1998 da Vincent Dumestre.  I musicisti che la compongono cantano e suonano il violino, la tiorba, il colascione e la chitarra barocca. La scelta stessa degli strumenti testimonia la fedeltà della loro interpretazione; e davvero, ascoltando il concerto, si ha l'impressione di partecipare a una festa di carnevale del XVII secolo. L'orchestra ha pubblicato in tutto oltre una quindicina di album di musica barocca, e le sue tournée nelle città europee riscuotono sempre un buon successo.  

27 dicembre (venerdì)

Alla Filarmonica di San Pietroburgo in questa data, e il giorno successivo alla Casa della Musica di Mosca, il quartetto italiano "Le Divas" si esibirà insieme all'orchestra "Novaja Rossija" in un concerto natalizio dal titolo "Christmas Gala". L'orchestra è diretta dall'italiano Alessandro D'Agostini. I quattro soprani eseguono con grande eleganza arie d'opera, brani di musical, canzoni popolari e di successo. Questo formato consente di coinvolgere il grande pubblico e di farlo entrare in sintonia con la grande arte vocale italiana.  

2 gennaio (giovedì)

Al Maneggio di Mosca si inaugura la mostra "La trasfigurazione del kimono: l'arte di Itchiku Kubota". Il maestro Kubota ha riportato in vita l'antica tecnica ormai dimenticata del Tsuzigahar, che comprende elementi complessi come la pittura su stoffa, una modalità esclusiva di tintura, ricami con fili d'oro e d'argento.  Nella mostra saranno esposte ottanta opere del maestro: Itchiku, ormai scomparso (morì nel 2003), produceva infatti le sue opere in serie. Una serie di kimono di importanza cruciale nella sua creazione si intitola "Sinfonia di luce": ne saranno esposti 36 esemplari. Vi saranno anche kimono di altre serie, intitolate "Il monte Fuji" e "Oceano".   

5 gennaio (domenica)

Ultimamente si è diffusa la moda di trasporre le tele pittoriche in un formato multimediale. I quadri sembrano prendere forma davanti agli occhi degli spettatori, o animarsi in un filmato accompagnato da una colonna sonora. Un chiaro esempio di questa tendenza è la mostra multimediale "Van Gogh Alive. The experience", che sarà inaugurata al centro Artplay di Mosca. La mostra comprende 3000 immagini in movimento che si avvicenderanno su pannelli giganti con un sottofondo di musica classica. Uno spettacolo psichedelico. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta