Una settimana a tutta cultura

Il 5 ottobre 2013 a Mosca si celebra la Notte della Musica e dal 7 una serie di eventi contribuirà a ravvivare l'autunno della capitale: dal design al tango argentino; non mancherà, ovviamente, un pizzico di Italia

Dal 7 al 13 ottobre 2013 cinque eccezionali appuntamenti musicali ravviveranno questo inizio di autunno a Mosca. E ce n'è per tutti i gusti: dal tango improvvisato alla ghigliottina in un concerto musicale fino alle performance di illusionismo, insieme a tante altre meraviglie. Seguite il nostro calendario, che parte con la Notte della Musica del 5 ottobre 2013, perché non mancherà anche un pizzico d'Italia.

La Notte della Musica del 5 ottobre 2013

Centocinquanta iniziative a Mosca, il 5 ottobre 2013, per un sabato sera all’insegna della musica: è la prima edizione del festival “Notte della Musica”. Gli eventi musicali verranno ospitati in moltissimi luoghi della capitale, dai loft e le gallerie d’arte alle maggiori sale concerto della città: il focus del festival, organizzato dal Comune, è soprattutto sulla musica classica, ma non mancano appuntamenti dedicati alla scena folk e contemporanea. La “Notte” incomincerà alle 17 di Mosca, con una serie di spettacoli e concerti per bambini nelle principali scuole musicali della città. Il primo ciclo di concerti classici, tenuto dai giovani musicisti dei conservatori, avrà inizio alle 19, mentre i grandi nomi del festival si esibiranno dalle 10 nelle sedi maggiori del centro cittadino. Tra gli artisti più attesi ci sono Igor Butman e Anton Bagatov, più altri famosi solisti come i pianisti Pyotr Aidu e Zlata Chochiyeva, il violinista Ivan Pochekin e la cantante Anna Klepikova. Quasi tutti i concerti sono gratuiti, a parte quattro dei maggiori eventi per cui è previsto un biglietto d’ingresso di 300 rubli (Andrea Cascioli)

7.10.2013 Il grande e terrificante Alice Cooper presenterà il suo show “Il teatro della morte” sul palco del Crocus City Hall di Mosca. Questo spettacolo segna il quarantesimo anniversario della band di Alice. Il re dell’horror presenterà i brani di  maggior successo dei suoi 40 anni di carriera, e alcune nuove canzoni incise di recente per l’album “Welcome 2 My Nightmare”. Gli incubi di Cooper sono illimitati. E, naturalmente, egli mostrerà al pubblico di Mosca il suo numero più impressionante, la sua stessa decapitazione con una ghigliottina, direttamente in palcoscenico. Oltre al numero della ghigliottina e a un camion intero pieno di attrezzature, fondali e abiti di scena, Cooper porterà con sé anche due grandi sacchi della spazzatura provenienti dall’America, anch’essi necessari per la sua esibizione. Il chitarrista e cantante australiano Orianthi si esibirà con la band di Cooper. Quest’ultimo si è già esibito numerose volte in Russia, per esempio nel luglio 2009 nell’ambito della rassegna  “I mostri del rock” insieme a Scorpions, Kingdom Come e The Rasmus. In Russia è amato e ascoltato fin dagli anni Ottanta.

11.10.2013 La settimana del design di Mosca, già diventata una tradizione, sarà inaugurata presso il Centro dell’arte di Mosca. Questo è uno dei più illustri eventi del mondo del design. Lo Studio Alchimia, fondato da Alessandro Gurero, presenterà il lavoro degli architetti Alessandro Mendini e Ettore Sottsass. La Galleria Dilmos sarà rappresentata dai designer Andrea Salvetti e Alessandro Chiffo. Saranno proiettati documentari fotografici e vari filmati sulla storia del design d’avanguardia. Tra le mostre si segnalano quella delle copertine degli anni Ottanta della mitica rivista Domus. Massimo Giacon esporrà le sue sculture della serie “The Pop Will Eat Himself”, un mix di scuola milanese, pop art e postmodernismo.

Negli alberghi e nei ristoranti, architetti, designer, produttori di pezzi di arredo e manufatti presenteranno le nuove tendenze. Philipp Starck illustrerà le ultime tecnologie per assemblare case prefabbricate che possono essere ultimate in sei mesi utilizzando esclusivamente materiali ecologici. L’artista americano Brad Ascalon esporrà il suo progetto “De-Evolution”: soffici poltrone che si sciolgono (de-evolvono) sotto gli occhi del pubblico.

10.10.2013 Paula Franciotti e Orlando Scarpelli, i maestri del tango argentino, si esibiranno insieme a Vlada Zakharova e Andrei Makarov, campioni russi di gare e tornei internazionali, nel Teatro internazionale della musica di Mosca, con l’accompagnamento dell’orchestra Pasional. Paula e Orlando sono una delle coppie più eleganti di Buenos Aires: sono sensuali e veri appassionati di virtuosismo. E sono molto amati su entrambe le sponde dell’Atlantico. Insegnano nelle scuole di Buenos Aires, ma anche in Europa. In questo caso non stiamo parlando di tango classico, ma del cosiddetto Tango Nuevo, che si basa sull’improvvisazione. Ogni nuova generazione di ballerini di tango cerca di trovare un proprio stile, di inventare nuovi passi originali, vortica con le gambe intrecciate, in posture squisite ed eleganti. Questo tipo di improvvisazione richiede molto spazio, e di rado vi si assiste dal vivo. La serata promette grandi sorprese e un’atmosfera di grande partecipazione, specialmente se si tiene conto di quanti appassionati di musica argentina vivano a Mosca. Il tango è entrato a tal punto a far parte della cultura musicale locale, da essere quasi considerato di matrice russa.

10.10.2013 Un concerto di gala segnerà il duecentesimo anniversario del grande compositore italiano Giuseppe Verdi, e si terrà nella sala concerti Tchaikovsky. L’orchestra sinfonica  del centro operistico Galina Vishnevskaya si esibirà sotto la regia del direttore d’orchestra italiano Francesco Cilluffo ed eseguirà arie, brani sinfonici e corali tratti da varie opere, tra le quali “Don Carlos”, “Il Trovatore”, “Macbeth”, “L’Otello”, “Aida”, e il “Nabucco”.

Il concerto sarà arricchito dalle voci della soprano Karina Flores e della mezzo-soprano Yulia Gertseva, che in precedenza hanno avuto un grande successo sui palcoscenici de La Scala di Milano, dell’Opera di Vienna, della Fenice di Venezia e del Concertgebouw di Amsterdam.

Un week end a Mosca

11.10.2013 Il Beat Festival, un festival di documentari sulla musica, inaugurerà l’evento intitolato “The Beat Weekend”, che si svolgerà in contemporanea in otto città russe: Novosibirsk, Voronez, Ekaterinburg, Vladivostok, Niznij Novgorod, San Pietroburgo, Samara e Krasnoyarsk. Durante questo evento saranno proiettati cinque film unici: “Teenage”, dedicato al fenomeno dell’adolescenza; “David Bowie – Cinque anni”; “Londra – La Babilonia moderna”, una sorta di biografia musicale della città britannica; “The Great Rock'n'Roll Swindle”, sull’ascesa e la caduta dei Sex Pistols e “Il fantasma della piramide”, sul viaggio che la band olandese degli Efterklang ha fatto nella cittadina mineraria di Spitsbergen, che un tempo apparteneva alla Russia. La cittadina si chiamava Pyramid e anche la storia dei fantasmi è vera.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta