La lunga notte dei musei

Tutti in fila per la Notte dei Musei (Foto: Itar-Tass)

Tutti in fila per la Notte dei Musei (Foto: Itar-Tass)

Tra il 18 e il 19 maggio 2013 a Mosca si aspetterà l'alba tra centri culturali aperti al pubblico e mostre a ingresso gratuito

Nata come un ideale prolungamento del Giorno dell’Eredità Culturale (così viene chiamato a Mosca il Giorno Internazionale dei Musei del 18 maggio 2013), la manifestazione “La Notte dei Musei” è giunta ormai nella capitale russa alla sua settima edizione.

In questa giornata per tradizione l’accesso alle sale di tutti gli istituti culturali è gratuito e i palazzi storici, sedi di ambasciate straniere aprono le porte al pubblico. Si tratta dell’unico giorno dell’anno in cui l’accesso è libero (anche se nella maggior parte dei casi sono previste visite su prenotazione), e il numero dei visitatori supera di gran lunga la capacità di accoglienza degli stessi edifici. “La Notte dei Musei” diventa di anno in anno sempre più popolare e le code chilometriche durante le ore di apertura notturna davanti agli istituti culturali sono ormai un’amara realtà.

Maratona di musei a San Pietroburgo per due italiani

Una maratona... per musei. In occasione della Notte dei Musei due giovani italiani, Irene Patregnani e Penio Gospodinov, visiteranno le gallerie d'arte di San Pietroburgo correndo. Un percorso di 42 chilometri, dal Museo della Scultura in piazza Aleksandr Nevskij fino al Museo di Suvorov, passando per l'Hermitage, in una corsa tra arte e sport. "L'idea è nata perché ci sarebbe piaciuto visitare tutti i musei che aderiscono alla Notte dei Musei - racconta Irene Patregnani, che in passato ha partecipato alle mezze maratone di Parigi, Amsterdam e Amburgo -. Viste le distanze però, l'unico modo per farlo è correndo". La coppia passerà quindi di museo in museo, visitando tutte le sale d'arte nel centro della città e nell'Isola Vasilevskij. (Lucia Bellinello)

Se avete intenzione di dedicarvi a un tour museale notturno, dovrete armarvi di pazienza e selezionare un itinerario molto ragionato. Nella notte tra il 18 e il 19 maggio 2013 la maggior parte dei cittadini della capitale darà l’assalto ai principali musei moscoviti: il Museo Pushkin, la Galleria Tretyakov e le loro filiali. La visita a questi musei è di rigore, ma per riuscire a entrare dovrete accalcarvi in un’interminabile coda o arrivare con molto anticipo. Tuttavia, se avete voglia di rilassarvi e distrarvi un po’, il nostro consiglio è di evitare i musei principali.

A riscuotere un immenso successo sono anche i centri d’arte contemporanea Vinzavod e Artplay su cui si riversano fiumi di persone da ogni quartiere di Mosca. Se avete intenzione di visitarli,  il consiglio è di vestirvi come se andaste a una manifestazione, senza portare con voi oggetti preziosi e di prepararvi ad affrontare lunghe code d’attesa.

I luoghi top della “Notte dei Musei” a Mosca
Vinzavod e Artplay sono i più importanti poli espositivi moscoviti per l’arte contemporanea, perciò, se riuscirete a visitarli, non ve ne pentirete di certo. Vinzavod organizzerà per i suoi ospiti la festa-evento “KultOlimp”, un mix di sport e spettacolo.

A passarsi il testimone “artistico” saranno anche altre gallerie dove sono previsti innumerevoli vernissage e dove potrete trovare speciali installazioni, create appositamente per quella notte.

Ad Artplay potrete gustare non solo l’arte contemporanea, ma anche il cibo: nell’ambito dell’evento “Restaurant day”, infatti, i visitatori potranno cimentarsi nel ruolo di ristoratori, mentre i piatti verrano serviti gratis. Sempre lì si svolgeranno il festival di audiovisi Plums, il festival “Dandy Day&Night” e alcune mostre, tra cui quella di installazioni luminose al Club Rodnya.

Un altro indiscutibile hit della “Notte dei musei” sarà il progetto “Tretyakovka Pop-up” alla Galleria Tretyakov al Krymsky Val dove si concentra la parte “contemporanea” delle collezioni di arte russa del museo. Qui verrà aperto al pubblico il cortile interno della Casa Centrale degli Artisti dove i visitatori potranno ascoltare l’esibizione di alcuni pianisti, protagonisti dell’avanguardia musicale, mentre per i bambini verranno allestiti dei divertenti workshop. E, naturalmente, chi lo desidera potrà visitare gratis le sale della collezione permanente dell’arte del XX secolo.

Un altro spazio clou della “Notte dei Musei” sarà quello della Galleria Na Solyanke, a Kitay-Gorod. Qui nella notte s’inaugurerà la mostra “Norshtein e Petrushevskaia” alla presenza della scrittrice Ludmila Petrushevskaya e con la partecipazione quasi certa del maestro dell’animazione russa Yuri Norshstein. Dalla Galleria Na Solyanke partirà alle 20 la “Maratona notturna dei musei” che si concluderà alle 23 alla Galleria Tretyakov a Krymsky Val. Verso il mattino un interessante programma attende il visitatore alla Sala espositiva centrale del Maneggio dove, durante la “Notte dei Musei”, verrà ospitata un’edizione del Sound: frame Festival di Vienna, uno dei più prestigiosi eventi internazionali nel campo della digital art che vedrà, fino alle 5 del mattino, le esibizioni dal vivo di musicisti che sperimenteranno speciali effetti audio-visivi.

Tutte le performance saranno proiettate sulla facciata del Maneggio, il che consentirà ai visitatori di prendere parte alla serata anche all’esterno. Sull’erba Come è facile intuire, una delle sedi clou della “Notte dei Musei” sarà il Gorky Park, situato a poca distanza dalla Galleria Tretyakov di Krymsky Val, che ospita all’interno il suo museo: il Centro di cultura contemporanea “Garazh”, che merita senz’altro una sosta.

Al “Garazh” è in corso una mostra di artisti non professionisti dal titolo “Muzei vsego” (Il Museo di tutto) la cui visita vi costerà 200 rubli (circa 5 euro), cosa insolita nella notte in cui tutti i musei sono aperti gratis al pubblico, ma “Garazh” non delude quasi mai le aspettative.

Passatempi non banali
L’elenco dei luoghi imprescindibili da visitare durante la “Notte dei Musei” potrebbe continuare all’infinito, ferma restando, ovviamente, l’impossibilità di visitarli tutti.

Nel sito in cui potrete trovare notizie sugli eventi della manifestazione è possibile scegliere i musei da visitare in base al tema: musei storici, musei di storia naturale, parchi museo, o musei d’arte contemporanea. Se non vivete in centro, una buona soluzione potrebbe essere quella di un’escursione nel parco museo più vicino, o in un museo locale, come il museo d’auto d’epoca, che da tanto tempo desideravate visitare, ma dove non siete mai riusciti ad andare.

Se nei musei centrali vi toccherà farvi largo tra la calca, nelle residenze moscovite come Kolomenskoe, Tsaritsyno o Kuskovo potrete passeggiare tranquillamente all’aria aperta e ascoltare musica dal vivo. E nella fabbrica del design Flakon, sulla Dmitrovskaya, quest’anno verrà organizzata la mostra “Subbotnik-design”, dedicata allo stile di vita ecologico. Qui si esibiranno anche i musicisti della Vienna Vegetable Orchestra che usano strumenti fatti di verdure.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta