Al via "Dubl Dv@", festival online del cinema

Una delle uscite più importanti del festival sarà l'atteso "Anna Karenina" di Sergei Solovev, particolarmente significativo dopo il successo che avuto nei cinema russi l'"Anna Karenina" di Joe Wright (Fonte: Kinopoisk)

Una delle uscite più importanti del festival sarà l'atteso "Anna Karenina" di Sergei Solovev, particolarmente significativo dopo il successo che avuto nei cinema russi l'"Anna Karenina" di Joe Wright (Fonte: Kinopoisk)

Film russi che non trovano un distributore potranno essere visti e votati sul sito http://d2.rg.ru, nel corso della quarta edizione della kermesse

Il 26 marzo 2013 è stata inaugurata la quarta edizione del Festival del cinema russo on line “Dubl Dv@”. Film di qualità russi, che non avevano mai trovato un distributore, avranno così l’opportunità di raggiungere un pubblico di spettatori. Le opere si potranno vedere gratuitamente in Internet nel sito http://d2.rg.ru.

Il festival, che si svolge fino al 12 aprile 2013, si articola in due sezioni dal titolo: “Capolavori inediti del cinema russo” e “Il cinema d’animazione del XXI secolo”. Ogni film sarà disponibile nel sito http://d2.rg.ru in ogni momento, nell’arco di 48 ore. Verranno, tra gli altri, presentati i lavori di Andrei Zviagintsev, Alla Surikova, Karen Shakhnazarov, Valeri Todorovski.

Il festival è stato inaugurato dalla pellicola Espiazione di Aleksandr Proshkin, che narra la storia di un incontro nel primo giorno del  Nuovo Anno in una città devastata, all’indomani della fine della guerra. Regolamenti di conti, tradimenti e amore in un mondo che deve ancora riabituarsi alla pace.

"Non presenteremo solo nuove opere cinematografiche, benché il programma preveda anche quelle", afferma il curatore del festival, Valery Kichin, critico cinematografico e firma della Rossiyskaya Gazeta. "Dubl Dv@" propone per la seconda volta un’anteprima di film mai distribuiti e sconosciuti al grande pubblico. Alcuni di essi, pur essendo stati proiettati in una o due sale cinematografiche di Mosca e in un paio di multisale dei maggiori centri commerciali del Paese, non sono riusciti a raggiungere le vaste platee potenziali di spettatori interessate al cinema di qualità.

"Non pensavamo che nel nostro Paese si girassero ancora film così”, è il leitmotiv delle numerose mail giunte nel corso del festival, ora alla sua quarta edizione. È questa la miglior risposta a chi si domanda quale sia lo scopo del festival.

"Occorre dare al cinema russo di qualità nuove opportunità per poter essere conosciuto da un nuovo pubblico di spettatori. Alcuni dei film proposti dal festival risalgono a parecchi anni fa; altri avreste potuto vederli casualmente in qualche sala d’essai o in televisione in ore notturne, ma la stragrande maggioranza dei film erano rimasti finora inaccessibili agli spettatori. Utilizzando le risorse della rete vogliamo renderli disponibili  a tutti”, aggiunge Valeri Kichin.

Tra i vecchi film proposti da “Dubl Dv@” c'è, per esempio, anche uno dei maggiori successi dei cineforum internazionali, L’esilio di Andrei Zviagintsev.

L'esilio

In programma, tra gli altri, il famoso lungometraggio di Sergei Solovev, Anna Karenina, tornato particolarmente in auge dopo il trionfale successo al botteghino russo di Anna Karenina di Joe Wright e la messa in onda della versione di Solovev sul primo canale della televisione nazionale. Il film verrà mostrato in concomitanza con un altro recente capolavoro di Sergei Solovev,Assa-2, nelle due pellicole, realizzate nel medesimo periodo, recitano anche gli stessi attori; entrambe le opere sono legate da una serie di arcane affinità e relazioni, non solo sul piano formale.

Anna Karenina

Gli spettatori avranno la possibilità di votare i film che più apprezzeranno. Per il festival è stato pensato anche un sistema che permette di offrire un feedback ai registi sulle loro opere finalmente accessibili, attraverso commenti e valutazioni degli spettatori.

Tutti i film saranno disponibili in lingua russa, con l’eccezione di L’esilio e Anna Karenina che saranno sottotitolati in inglese.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie