Musica Nuda: "San Pietroburgo, arriviamo"

Il duo Magoni-Spinetti alla presentazione del loro ultimo lavoro, "Banda Larga", annuncia la partecipazione al Festival Ermitage Musicale del 2014

Che in Russia amino un certo tipo di musica italiana è risaputo. Tra gli idoli canori tricolori a occupare il primo posto nel cuore degli abitanti della Federazione c’è Adriano Celentano seguito da Toto Cutugno, Al Bano e Pupo. Non deve stupire, però, l’apprezzamento per le note jazz di Musica Nuda.

Sarà per quella elegantissima cover di Una carezza in un pugno del Molleggiato, sarà per la loro interpretazione di brani di Brahms e di Handel o per le loro riletture, prive di orpelli, di successi senza tempo come Eleanor Rigby dei Beatles o I will survive di Gloria Gaynor.

Fatto sta che dopo l’invito di Artem Gridnev, direttore creativo della fondazione dell’Accademia Musicale dell’Ermitage, al VII Festival Internazionale “Ermitage Musicale” nel 2010 e la loro partecipazione a una trasmissione a loro interamente dedicata su Tv100, Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, sono riusciti in un’impresa ardua per molti cantanti italiani: fare amare la loro musica.

"Per il nostro arrivo in Russia dobbiamo dire grazie a Youtube. Artem Gridnev, il manager dell’Ermitage che ci ha invitati, ci aveva conosciuti guardando i nostri video sul social media", raccontano i Musica Nuda.

"Dopo quel primo concerto del 2010 al Festival Ermitage Musicale siamo tornati in Russia altre due volte nel 2012 per esibirci ancora a San Pietroburgo e poi allo Strastnoy Teatr di Mosca", afferma Petra Magoni a margine dello show case di presentazione del loro nuovo album "Banda Larga", il primo registrato con l’orchestra per festeggiare i dieci anni di attività del duo.

"Due concerti, questi ultimi, che hanno sorpreso noi per primi -, racconta Petra Magoni con un po’ di pudore nel citare i sold out in entrambe le occasioni. - A stupirci è stata, in particolar modo, la conoscenza del nostro repertorio da parte del pubblico che, oltre ad apprezzare le nostre cover, ci richiedeva anche i nostri brani di Complici, quello che allora era il nostro ultimo lavoro", sottolinea la cantante toscana che anticipa il ritorno all’Ermitage nel 2014.

"Siamo già stati invitati a San Pietroburgo per la presentazione di Banda Larga – conclude Magoni -. In quell’occasione ci esibiremo con l’orchestra dell’Ermitage e sarà una grande emozione".

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta