Immaginate una notte a Pietroburgo

Il Centro russo di scienza e cultura di Roma ospita la performance teatrale, che andrà in scena il 19 marzo 2015

Il Centro russo di scienza e cultura di Roma ospita la performance teatrale "Immaginate una notte a Pietroburgo...", riduzione drammatica, con musiche e danze, liberamente tratta da “L’Idiota” di Fedor Dostoevskij. Lo spettacolo, a cura di Lia Maselli, in collaborazione con Ekaterina Karpova e Massimo Maselli, realizzato e prodotta dall’Istituto di Istruzione Superiore Statale “Leon Battista Alberti” di Roma per la regia di Alessia De Bortoli e Luca Gabos, andrà in scena il 19 marzo 2015 alle 19.30.

La performance teatrale, portata in scena dagli studenti dell’Istituto “Leon Battista Alberti”, è un’anteprima del dramma in musiche e danze "Immaginate una notte a Pietroburgo...", che andrà in scena in forma integrale al Teatro Vascello di Roma il prossimo 6 giugno 2015, con il patrocinio del Centro russo di scienza e cultura di Roma.

La realizzazione, l’allestimento e la messa in scena dell’opera vede la partecipazione di circa 70 persone, tra attori, cantanti, ballerini, esecutori delle scenografie e dei vestiti d’epoca, assistenti alla regia e tecnici vari.

Le coreografie sono di Tatyana Chupryna, insegnante presso la scuola di danza «GIOIA» del Centro russo, la consulenza musicale del soprano Ekaterina Karpova, di San Pietroburgo; i costumi dei protagonisti femminili sono della stilista di origini russe Diana Barbur, che opera in Oradea (Romania).

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta