Da Saratov a Novosibirsk, conservatori in festa

Dal 4 al 12 settembre 2014, concerti e master class nei principali conservatori di Saratov, Astrakhan, Ekaterinburg e Novosibirsk con artisti di fama internazionale

All’inzio di settembre, nell’ambito dell’Anno della Cultura, prenderà il via la seconda tappa del progetto “I maestri dell’arte esecutiva mondiale”. Il progetto è organizzato dal Trio Rakhmaninov, con il sostegno del ministero della Cultura russo e di Gazprom. I conservatori di Saratov, Astrakhan, Ekaterinburg e Novosibirsk ospiteranno concerti e master class. Alcuni musicisti russi, insieme al leggendario violinista tedesco Jürgen Kussmaul, eseguiranno opere di Mozart. 

“Ascoltare Mozart, interpretato da Jürgen Kussmaul, è un sogno per gli amanti della musica di tutto il mondo”, ha dichiarato il direttore del progetto, il pianista Viktor Yampolsky. “Jürgen è uno dei padri del pensiero autentico: le sue interpretazioni si caratterizzano per l’incredibile profondità e la leggerezza. Le esecuzioni di Jürgen Kussmaul permettono a qualsiasi ensemble di raggiungere livelli di grande perfezione”.

“Non dobbiamo sottovalutare l’importanza di questo progetto - ha aggiunto Yampolsky -. Grazie al supporto di Gazprom e del ministero russo della Cultura, è stato possibile portare nel nostro paese eccezionali artisti riconosciuti a livello mondiale, offrendo l’opportunità di ascoltare le loro performance in diverse regioni russe. I maestri stranieri hanno accolto con grande entusiasmo la nostra proposta: un esempio eccellente di come i valori senza tempo riescano a superare le difficoltà momentanee”.

Nei mesi di ottobre e novembre il progetto verrà completato dal contributo del quartetto di strumenti a fiato dei Solisti di Milano.

Il programma dei concerti per il mese di settembre:

Saratov: 4 settembre, ore 18, Conservatorio Statale di Saratov

Astrakhan: 6 settembre, ore 18, Conservatorio Statale di Astrakhan

Ekaterinburg: 9 settembre, ore 18, Conservatorio Statale degli Urali “M. Musorgsky”

Novosibirsk: 12 settembre, ore 18, Conservatorio Statale di Novosibirsk

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta