La Casa Ricamata, i proverbi dalla Russia

Insieme ad aforismi provenienti da tutto il mondo, alcuni detti e modi di dire russi cuciti su pezzi di stoffa contribuiranno ad “affollare” la tenda che da Roma, il 10 e l’11 maggio 2014, inizierà il suo viaggio, per portare in giro gli usi, i costumi e le memorie dei popoli

Ci sarà anche la Russia, con la sua lingua e i suoi proverbi, all’evento “La casa ricamata” che si terrà il 10 e l'11 maggio 2014 dalle 10 alle 22 a Roma (Parco Cavallo Pazzo, Casetta Rossa, quartiere Garbatella). 

Persone conosciute in giro per il mondo hanno donato attraverso un proverbio la saggezza popolare delle loro tradizioni. Questi proverbi sono stati ricamati su scampoli di stoffa colorati che costituiscono, uniti insieme, la copertura de La Casa Ricamata, una tenda che viaggerà toccando tutti i paesi da cui provengono i proverbi, invitando e accogliendo al suo interno le persone nei luoghi in cui approderà.

La Casa Ricamata è un accumulatore di memorie, usi e costumi di popoli diversi che raccoglie e trasmette al tempo stesso, invitando i visitatori a conoscere i significati delle sapienze nascoste nelle storie tramandate da altri e ad offrire e condividere le proprie.

Dall’interno de La Casa Ricamata un’installazione audio con le voci delle persone che hanno donato i proverbi in tante lingue e dialetti inviterà a entrare per ascoltare e riconoscere i proverbi ricamati nei tessuti che compongono l’intera copertura, provocando una scoperta crescente degli elementi comuni che emergono dalle saggezze popolari.

La Casa Ricamata verrà installata per la prima volta In occasione di Open House Roma 2014. Il luogo prescelto è il giardino della Casetta Rossa (Parco Cavallo Pazzo) nel quartiere della Garbatella, e sarà la tappa finale delle visite guidate organizzate da Open House alla scoperta di aspetti insoliti e delle peculiarità del quartiere.

Per seguire l'evento su Facebook, cliccare qui

Per maggiori informazioni:
www.openhouseroma.org
www.mariachiaracalvani.wordpress.com

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta