Le svolte del destino del conte Zakrevskij

Incontri, dibattiti e mostre dedicati all'illustre militare e statista: dal 18 al 22 marzo 2014 a Firenze, Montemurlo (Prato) e Roma

L’amore per la patria, il valore personale, l’autorità militare, l’onestà personale unita a un duro temperamento. La carriera del conte A. Zakrevskij (1786-1865) ha lasciato il segno nella storia della Russia. Illustre militare e statista, figlio di un proprietario terriero di Tver caduto in miseria, Zakrevskij negli anni fu profondamente stimato dai compagni d’armi e dagli zar. 

Su iniziativa del Museo federale russo di formazione professionale, filiale dell’Università statale di metalmeccanica di Mosca, e della città di Podol’sk, il 18 e 19 marzo 2014 a Firenze e Montemurlo (Prato) si svolgerà il progetto storico-culturale “Russia-Italia. Le svolte del destino del conte A. A. Zakrevskij”: due giorni di incontri, mostre e conferenze dedicate al conte. 

Il ciclo di incontri si aprirà il 18 marzo 2014 alle 10 a Palazzo Medici Riccardi, in via Cavour 1 a Firenze, con la presentazione della produzione multimediale “Nomi di uomini illustri. Il conte A. A. Zakrevskij”; seguirà la mostra “Onorificenze del conte A. A. Zakrevskij” con la proiezione video de “La Guerra patriottica del 1812: onorificenze, medaglie e segni commemorativi”; la giornata proseguirà poi con la conferenza “Ritratto storico del conte Arsenij Andreevic Zakrevskij (1786-1865) allo specchio del tempo” (alle 11), mirata alla creazione di un quadro più ampio del percorso di vita di Zakrevskij, nonché al dibattito dei risultati delle ricerche degli specialisti russi e italiani, alla formulazione di pareri contemporanei sul valore del contributo storico di Zakrevskij al destino della Russia e dell’Europa e alla divulgazione del suo nome.

Alle 21, infine, presso il Conservatorio Statale di Musica “Luigi Cherubini” di Firenze (Piazza delle Belle Arti, 2, Sala del Buonumore), si terrà la serata letteraria musicale “Rievocando la Venere di bronzo”, dedicata alla contessa Zakrevskaja. Nel corso della serata si susseguiranno commenti di critica musicale, letture di poesie di Pushkin e Baratynskij in russo e italiano, esecuzioni di opere musicali di compositori classici russi interpretate dal soprano Alisa Gitsba (solista del Teatro musicale di Mosca “Helikon-Opera”, Artista emerita della Federazione Russa e Artista nazionale dell’Abcasia), dal violinista Aleksander Majborodа (solista dell’orchestra del Teatro nazionale accademico di Russia - Teatro Bolshoj) e dalla pianista Tatiana Suntseva (vincitrice di concorsi nazionali e internazionali).

Lo spettacolo verrà ripetuto anche il 21 marzo 2014 alle 19 nelle sale del Centro Russo di Scienza e Cultura di Roma (piazza Cairoli 6). Nello stesso giorno, a partire dalle ore 15, il Centro Russo della capitale italiana ospiterà la presentazione della produzione multimediale “Nomi di uomini illustri. Il conte A. A. Zakrevskij”, cui faranno seguito la conferenza dedicata alla figura del conte e l’inaugurazione della mostra “Onorificenze del conte A.A.Zakrevskij”, con la proiezione del video “La Guerra patriottica del 1812: onorificenze, medaglie e segni commemorativi”. Alle 18, nella stessa sede, si terrà la presentazione del film-collage “Il deposito del tempo”, con i commenti dell’autrice Marina Morozova.

Il 19 marzo 2014 a partire dalle 10 si terrà l’escursione “Gli Zakrevskij e i Drutskoy - Sokolinsky in Toscana” con tappe a Montemurlo (Villa di Galceto), Firenze (escursione tematica ai luoghi storici legati alla famiglia Zakrevskij e Drutskoy-Sokolinsky in lingua russa e italiana). Durante la mattinata si terranno l'inaugurazione ufficiale della lapide commemorativa in memoria del conte Zakrevskij e le visite alla Villa di Galceto e a Rocca di Montemurlo.  

Alle 18, panichida (ufficio di commemorazione dei defunti) in memoria del conte A. A. Zakrevskij, presso la Chiesa russa ortodossa della Natività di Nostro Signore Gesù Cristo e San Nicola, in via Leone X n. 8 a Firenze.

Infine, il 22 marzo 2014 alle 10, a Roma, ci sarà la visita di una delegazione russa al cimitero "Testaccio". L’escursione sarà guidata da V. Gasperovich, fondatore del Centro russo a Roma.

Coordinatore del progetto a Firenze e Montemurlo è il Centro di Cultura e Lingua Russa.

Per maggiori informazioni:
Valeria Sergeeva
Tel.: + 39335395501
E-mail: valeria@fontanka.it 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta