Dagli Urali al Mar di Kara. Terre sconfinate a Milano

Attraverso la proiezione di immagini, il 21 gennaio 2014 i protagonisti di due spedizioni italo-russe racconteranno il loro viaggio estremo, alla scoperta di territori sconosciuti e dei loro popoli

Fra vette, rotte e territori inesplorati. Alla scoperta degli Urali Polari. Il 21 gennaio 2014 alle 18.30 nella sede dell'Associazione Italia Russia di Milano si terrà la conferenza "Dagli Urali profondi al Mar di Kara. Ai confini di una Russia sconosciuta".

I protagonisti di due spedizioni naturalistiche italo-russe racconteranno il viaggio in queste terre estreme, ancora difficili da raggiungere, dove ancora oggi le spedizioni "mantengono il significato che possedevano nelle epoche delle esplorazioni polari".

Attraverso la proiezione di immagini, i protagonisti racconteranno questa entusiasmante esperienza che li ha portati fino al Circolo Polare Artico e poi ancora più a Nord, a quasi 70° di latitudine, sulle tracce dei popoli autoctoni e della navigazione di Umberto Nobile, fino al Mar di Kara.

La conferenza, alla quale parteciperanno Nemo Canetta, direttore del Museo Etnografico di Tirano (So), Larissa Kholopova, vice-rettore dell’Università Pedagogica di Syktyvkar (Repubblica dei Komi, Russia Settentrionale) ed esploratrice, e Alessandro Vitale, docente all’Università degli Studi di Milano, studioso dell’Artico, sarà accompagnata da immagini digitali raccolte nel corso delle due spedizioni. È gradita la prenotazione.

Per maggiori informazioni:
eventi@associazioneitaliarussia.it
02 8056122
www.associazioneitaliarussia.it

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta