Oshevensk, la Russia dimenticata in mostra a Milano

Le tradizioni locali, la semplicità e l'umiltà della gente che vive nel piccolo villaggio nella Russia del Nord saranno esposte negli scatti del fotografo Francesco Comello, dal 9 ottobre al 9 novembre 2013 nella Galleria San Fedele

Un salto indietro nel tempo, tra le atmosfere lontane di una Russia quasi dimenticata, segnata solamente sulle carte geografiche più dettagliate. Siamo a Oshevensk, un piccolo villaggio rurale sorto nel XV secolo attorno a un monastero, situato a 650 chilometri a Est di San Pietroburgo. E’ qui che, in una fredda mattina d’agosto, è arrivato il fotografo Francesco Comello.

Classe 1963 di Udine, Comello si è diplomato alla Scuola d'Arte e ormai da anni è impegnato nella realizzazione di "racconti fotografici" che lo spingono a realizzare numerosi viaggi. Nel piccolo villaggio russo l’artista ha riscoperto la semplicità e l’umiltà della gente del posto, l’importanza di alcuni gesti quotidiani e le tradizioni locali.

Il 9 ottobre 2013 nella Galleria San Fedele di Milano verrà inaugurata una mostra fotografica che raccoglie gli scatti realizzati durante il soggiorno di Comello a Oshevensk.

L’esposizione resterà aperta fino al 9 novembre 2013.

Orario:
Dal martedì al sabato dalle 16 alle 19 (al mattino su richiesta, chiuso i festivi)

Per maggiori informazioni:
www.centrosanfedele.net

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie