Un angolo di Italia sugli Urali per l'Anno incrociato del Turismo

Due artisti italiani, Melchiorre Napolitano e Corrado Erriu, saranno a Pervouralsk dal 3 al 10 ottobre 2013 per presentare la serie di eventi (proiezioni cinematografiche e spettacoli teatrali) che inaugureranno le manifestazioni dedicate al Belpaese
"Stratificazioni", collage su carta
di Melchiorre Napolitano

L’Italia fa visita agli Urali. Nell’ambito dell’Anno incrociato del Turismo Italia-Russia, sugli Urali è iniziata la Settimana della cultura italiana, voluta per avvicinare due Paesi da sempre legati da storia e tradizioni che si sono intrecciate nei secoli.

La città di Pervouralsk, situata nella regione degli Urali nell'oblast di Sverdlovsk, dal 3 al 10 ottobre 2013 ospiterà infatti una serie di eventi dedicati al Belpaese, accompagnati dalla presenza di due artisti italiani: il siciliano Melchiorre Napolitano, classe 1949, architetto, docente, attivo tra Mosca e Palermo, e lo scrittore romano Corrado Erriu.

Napolitano presenterà alcune sue creazioni, esposte all’interno di una mostra di quadri realizzati con diverse tecniche, dagli acquerelli alle tempere (nella foto, una delle opere in mostra). Corrado Erriu terrà invece una lezione di lingua italiana.

Durante la settimana verranno inoltre organizzati concerti e proiezioni cinematografiche, cui faranno seguito la rappresentazione dello spettacolo “Oh! Quegli italiani”, realizzato dal Teatro di improvvisazione di tutte le Russie di Ekaterinburg.

Per maggiori informazioni:
www.gorodskievesti.ru

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond