Natalia Pravosudovich, una compositrice russa in esilio a Merano

Sulle note della musica scritta dall'allieva di Schönsberg, la Casa della Cultura ospita una serata dedicata all'artista, il 21 settembre 2013

Il manifesto dell'evento

Nell’ambito della mostra “Le isole di Solovki. Riflessione del Celeste”, l’Associazione culturale Rus, in collaborazione con il Centro russo Borodina di Merano e la Direzione dei programmi internazionali di Mosca, dedica una serata alla musicista e compositrice Natalia Pravosudovich, allieva di Schönsberg, che trascorse buona parte della sua vita a Merano. L’evento, al quale interverrà Bianca Maria Zoeggeler, si terrà il 21 settembre 2013 alle 20 nella Casa della Cultura di Merano (via Cavour, 1).

La spiritualità di Veretennikov
in mostra a Merano

Nata nel 1899, studiò pianoforte con Vera Skrjabin, diplomandosi poi al conservatorio di Leningrado. Dal 1931 visse presso la Casa Russa “Borodine” a Merano dove rimase fino alla sua morte, nel 1988. Grazie all’interessamento di Aleksandr Glazunov poté accedere nel 1928 alla Meisterklasse di Arnold Schönberg presso l’Accademia delle Arti di Berlino.

Durante la serata verrà fatta ascoltare una registrazione della musica composta da Natalia Pravosudovich.

Per maggiori informazioni:
www.centroperlacultura.it
www.rus-bz.it

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond