Leone d'Oro alla carriera per la musica a Sofia Gubajdulina, che incontra il pubblico a Venezia

Prima di ricevere il riconoscimento, che le verrà conferito il 4 ottobre 2013 nel Teatro alle Tese, l'artista incontrerà il pubblico il 3 ottobre 2013 a Ca’ Giustinian

Nel 1979 venne inserita nella lista nera dei musicisti dissidenti, a causa della sua “musica irresponsabile”. Ostacolata dal potere ufficiale, trovò sostegno e appoggio in Dmitri Shostakovich. Sofia Gubajdulina, musicista e compositrice russa, sarà ospite a Venezia in occasione del Festival Internazionale di Musica Contemporanea, inserito nel programma della Biennale di Venezia.

Il 3 ottobre 2013 alle 16.30, nella Sala delle Colonne di Ca’ Giustinian, Sofia Gubajdulina incontrerà il pubblico, prima di ricevere, il 4 ottobre 2013, il Leone d’Oro alla Carriera per la musica (la cerimonia di consegna si terrà alle 20 nel Teatro alle Tese), che le verrà conferito nell’ambito del 57mo Festival Internazionale di Musica Contemporanea.

Alla premiazione del 4 ottobre 2013 farà seguito il concerto con l’orchestra del Teatro La Fenice, insieme a Les Percussions de Strasbourg, diretti da John Axelrod. Lo spettacolo verrà trasmesso in diretta su Radio 3. 

Dopo il diploma al Conservatorio di Kazan, ottenuto nel 1954, Sofia Gubajdulina ha studiato al Conservatorio di Mosca con Nikolai Pejko, assistente di Shostakovich, iniziando l’attività di compositrice dal 1963. A partire dagli anni Ottanta, i suoi lavori sono stati seguiti e apprezzati in Occidente. Oggi la Gubajdulina è membro dell’Akademie der Kunste di Berlino, della Freie Akademie der Künste di Amburgo, della Royal Music Academy di Stoccolma. Ha ricevuto, durante la sua carriera, diversi riconoscimenti, tra cui il premio del Concorso internazionale di composizione di Roma nel 1974 e il premio Franco Abbiati nel 1991.

Per maggiori informazioni:
www.labiennale.org

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta