A Roma in ricordo di Bruno Pontecorvo, il fisico che amò l'Italia e la Russia

Il 24 settembre 2013, un momento per rendere omaggio allo studioso che negli anni si divise tra il Belpaese e la Federazione, divenendo anche membro dell'Accademia Russa delle Scienze
Il fisico Bruno Pontecorvo
(Foto: Ufficio Stampa) 

Membro dell’Accademia Russa delle Scienze, studioso all’Università La Sapienza di Roma. Bruno Pontecorvo (1913-2013), illustre fisico attivo sia in Italia sia in Russia, fu uno dei dirigenti dell’Istituto unificato per la ricerca nucleare e iniziò la ricerca nella fisica nucleare con Enrico Fermi, vincendo numerosi premi nazionali, con alte onorificenze di Stato.

In occasione del centenario della sua nascita, il Centro Russo di Scienza e Cultura di Roma organizza una serata a lui dedicata (24 settembre 2013 alle 18).

Durante l’incontro interverranno diversi membri della famiglia Pontecorvo, tra i quali Eugenio Tabet, figlio di Giuliana Pontecorvo, sorella di Bruno, fisico, dirigente di ricerca all’Istituto Superiore di Sanità e professore all’Università de L’Aquila. Per l’occasione verranno presentati materiali inediti provenienti dall’archivio di famiglia e saranno eseguite alcune opere liriche amate da Pontecorvo.

Per maggiori informazioni:
Centro Russo di Scienza e Cultura
Piazza Benedetto Cairoli, 6 - Roma
Tel.: + 39.06.88816333
Fax: + 39.06.68300982
E-mail: info@centroculturalerusso.it
http://ita.rs.gov.ru/    

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta