Il Premio Gorky al critico e produttore cinematografico Marco Muller

Nell'ambito della quinta edizione del concorso, il direttore artistico del Festival Internazionale del Film di Roma ha ricevuto il riconoscimento speciale per il contributo alla cultura, e sarà ospite, il 18 giugno 2013, di un incontro pubblico con il regista Andrei Silvestrov

È andato al direttore artistico del Festival Internazionale del Film di Roma, Marco Muller, il riconoscimento speciale "Per il Contributo alla Cultura Mondiale", nell’ambito della quinta edizione del Premio Gorky, che si svolge a Capri dal 16 al 19 giugno 2013.

Nella serata del 18 giugno 2013 Muller terrà una conversazione con il regista Andrei Silvestrov e, nell’ambito del progetto “Il film scelto da Marco Muller”, introdurrà la proiezione di “Le spose celesti dei Mari della pianura” (Nebesnye zheny lugovykh Mari, 2012) del regista russo Alexei Fedorchenko.

La scelta del vincitore è caduta su Muller per “il significativo contributo che ha dato negli anni alla diffusione del cinema russo in Italia e nel mondo come direttore di prestigiosi Festival europei, critico e storico del cinema e produttore di film selezionati a Cannes, Venezia e Berlino”.

Negli anni scorsi, il ''Premio Speciale per il Contributo alla Cultura Mondiale'' era andato al mezzosoprano Cecilia Bartoli e al direttore d'orchestra Valerij Gergiev.

Tra i premiati, poi, di questa edizione,(la cerimonia si è tenuta il 17 giugno 2013 nella Villa Fersen di Capri) Sandro Veronesi con il suo romanzo “La forza del passato”, che si è aggiudicato il riconoscimento nella sezione “Autori: il miglior romanzo italiano edito in Russia”; nella sezione “Traduttori: il miglior romanzo russo tradotto in italiano” il primo premio è andato alla traduttrice Emanuela Guercetti per la traduzione del romanzo di Ludmila Ulitskaja “Daniel Stein, traduttore”. Riconoscimenti, infine, alle vincitrici del concorso per traduttori esordienti, Maria Nikolenko e Chiara Munerato.

Per maggiori informazioni:
www.premiogorky.com

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta