Storie di donne, l'impegno di Anna Politkovskaya sul palco

L'8 giugno 2013, nell'ambito del Festival della Letteratura di Milano (dal 5 al 9 giugno 2013), si terrà uno spettacolo dedicato alla lotta in rosa per difendere i diritti civili

Una parentesi per dare voce ad Anna Politkovskaya, la giornalista russa uccisa nel 2006 vicino alla sua casa di Mosca: l'8 giugno 2013 alle 21 (Chiostro dell’Umanitaria, via Daverio 7), nell'ambito del Festival della Letteratura di Milano (dal 5 al 9 giugno 2013), si terrà lo spettacolo VioleperEnza. Una performance per ricordare quelle donne che hanno lottato e si sono battute per cause importanti e per cambiare il corso della storia.

Tra i vari nomi che faranno capolino durante lo spettacolo, ci sarà anche quello di Anna Politkovskaya, giornalista di Novaya Gazeta, sempre in primo piano nella difesa dei diritti umani. Oltre a quella di Anna, verranno raccontate le storie di Lea Garofalo, testimone di giustizia, vittima della Ndrangheta; Isoke Aikpitanyi, impegnata per liberare dalla tratta le ragazze nigeriane; Nahal Sahabi, vittima della repressione di stato in Iran; Marisel Ortiz Rivera, in prima fila contro il femminicidio a Ciudad Juarez; Assetou Billa Nonkane, simbolo dell'impegno contro le mutilazioni genitali; Neda Agha-Soltan, vittima della repressione a Teheran nel 2009.

Lo spettacolo è promosso da Zeroconfini Onlus.

Per vedere i dettagli del programma, cliccare qui

Per maggiori informazioni:
www.festivaletteraturamilano.it

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta