Lost in translation a Venezia

La mostra, che porterà in Laguna cento opere di artisti russi in occasione della Biennale di Architettura resterà aperta dal 29 maggio al 15 settembre 2013

Tradurre un'opera d'arte nell'età della globalizzazione. Apre dal 29 maggio al 15 settembre 2013 a Venezia la mostra "Lost in translation", l'esposizione di arte contemporanea russa che prende in considerazione gli ultimi 40 anni di produzione, da un punto di vista storico, politico, sociale ed economico.

Alla mostra saranno esposte 100 opere di 62 artisti, con un'installazione di Aleksandr Ponomarev nel cortile minore dell'università Ca’ Foscari. L'esposizione presenta quei lavori che risultano particolarmente difficili da decifrare per un pubblico che non ha familiarità con il “contesto russo”.

Tutti i lavori sono infatti esposti insieme alla loro “traduzione allargata”, che spiega i riferimenti necessari per ottenere una migliore comprensione del messagio racchiuso. La mostra, allestita nello spazio Ca’ Foscari Esposizioni è a cura di Antonio Geusa, Mmoma Moscow Museum of Modern Art, in collaborazione con Csar, Università Ca’ Foscari Venezia. 

Per maggiori informazioni:
www.unive.it

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta