Vittoria Caldoni Lapcenko, la storia in un libro

Il volume, scritto da Rita Giuliani e dedicato alla vita della giovane modella che sposò un pittore russo, verrà presentato il 22 marzo 2013 a Roma


La locandina di presentazione dell'evento 

Sulle tracce di Vittoria Caldoni, alla scoperta di come la sua bellezza influenzò l’arte russa. Il 22 marzo 2013 alle 18, presso la Sala Mostre e Convegni Gangemi Editore a Roma (Via Giulia, 42), Rita Giuliani, professoressa di Lingua e Letteratura russa all'università "La Sapienza", autrice di monografie e saggi sulla letteratura russa dell'800 e '900, presenterà il suo nuovo volume “Vittoria Caldoni Lapcenko, la 'fanciulla di Albano' nell'arte, nell'estetica e nella letteratura russa” (Gangemi Editore).

Il libro ricostruisce la storia della giovane modella Vittoria Caldoni, che nel 1800 divenne famosa in tutta Europa per la sua grazia e la sua bellezza. Sposò il pittore Grigorij Lapcenko, che seguì in Russia, condividendone il tragico destino, alimentando nella cultura russa il mito della 'fanciulla di Albano'.

Grazie a un attento studio di documenti e materiale d’archivio, Rita Giuliani ha ricreato lo sfondo artistico e culturale nel quale Vittoria Caldoni era inserita. La nuova edizione del testo, ampliata, arricchita di nuovi materiali iconografici (disponibile tra l’altro in italiano e in russo), segue la vicenda di questa giovane, riconducendola fino ai nostri giorni.

Oltre all’autrice, nel giorno della presentazione saranno presenti Monica Cristina Storini, docente di Letteratura italiana all'Università "La Sapienza", Franco Onorati, giornalista, vicepresidente del "Gruppo dei Romanisti" e Andrea Lena Corritore, docente di Lingua e Letteratura russa all'Università di Perugia.

Per maggiori informazioni:
www.gangemi.com 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta