L'Educazione Siberiana di Lilin conquista il teatro e la tv

L'autore russo, che con il suo libro ha ispirato l'ultimo film di Salvatores, nelle sale italiane a partire da febbraio 2013, porta ora la sua storia sul palco del Teatro Stabile di Torino (dal 26 febbraio al 21 marzo 2013), e diventerà il nuovo protagonista di una serie tv, in onda dal 2 febbraio 2013

L'autore del libro "Educazione Siberiana", oggi diventato un film e uno spettacolo teatrale, Nikolai Lilin (Foto: Ufficio Stampa)

Dalla carta stampata al palcoscenico del teatro: il 26 febbraio 2013 alle 19.30 alla Cavallerizza Reale, Maneggio (via Verdi) del Teatro Stabile di Torino, insieme a Giuseppe Miale di Mauro, l’autore siberiano Nikolai Lilin porta in scena lo spettacolo “Educazione Siberiana”.

Nata da un’idea di Francesco Di Leva e Adriano Pantaleo, per la regia di Giuseppe Miale di Mauro, la rappresentazione porta in scena il crudo resoconto della vita degli Urka, ultimi discendenti di una stirpe guerriera.

Tra episodi di criminalità, amicizia, lealtà e condivisione dei beni, Lilin – nato per l’appunto nel territorio della Transinistria, regione dell’ex Unione Sovietica oggi Moldova -, cresce all’interno di una realtà dura, portata ora in scena dagli attori Elsa Bossi, Pippo Cangiano, Luigi Diberti, Francesco Di Leva, Giuseppe Gaudino, Stefano Meglio, Adriano Pantaleo e Andrea Vellotti.

“Educazione Siberiana”, diventato anche un film per la regia di Gabriele Salvatores (nelle sale italiane a partire da febbraio 2013), sarà replicato alla Cavallerizza fino al 21 marzo 2013, per passare infine al Teatro Fabbricone di Prato dal 4 al 7 aprile 2013.

Nikolai Lilin sarà inoltre il protagonista di una nuova serie televisiva, "Le regole del gioco", che verrà trasmessa a partire dal 2 febbraio 2013 alle 22.55 su Dmax, canale 52 del digitale terrestre.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta