Sulle note del Gangnam Style

Il rapper sudcoreano Psy, re degli ascolti grazie al brano “Oppah, Gangnam Style” (Foto: Press Photo)

Il rapper sudcoreano Psy, re degli ascolti grazie al brano “Oppah, Gangnam Style” (Foto: Press Photo)

Sull'onda del successo musicale firmato dal rapper sudcoreano Psy, una società russa sta pensando di usare il marchio per lanciare un nuovo tipo di vodka

Una società russa ha inoltrato la richiesta per registrare il marchio di fabbrica “Oppah, Gangnam Style” al fine di produrre una serie di bevande, dalla vodka ai succhi di frutta. I diritti della hit musicale attualmente sono detenuti dal rapper Psy. Con il miliardo di ascolti fatti, la pop star ha segnato la storia di YouTube, dove il video è schizzato al primo posto tra i più visti.

Nell’agosto 2012 la società Sud coreana YG Entertainment Inc. ha fatto domanda di registrare il “Gangnam Style” in America come un marchio di produzione per coprire una serie di prodotti, dai giocattoli ai vestiti. Ma nell’elenco non sono state menzionate le bevande, così che la Woobo International a quanto pare ha proposto di registrare bibite “Gangnam Style”.

Secondo l’agenzia di brevetti russa Rospatent, la questione del marchio Psy nella Federazione non sarebbe ancora stata risolta. Sembra che ci sia una richiesta in sospeso da parte di una società con sede a Ekaterinburg.

Il legale Irina Tulubyeva ha spiegato al quotidiano Izvestia che il marchio non potrà essere registrato in Russia se prima non verrà dato il consenso da parte dello stesso Psy. Un altro esperto, Vadim Kormilitsyn, partner manager di Star & Brands, è convinto che il marchio, anche se venisse registrato, non otterrebbe alcun successo in Russia.

“Le visualizzazioni non garantiscono per forza un ulteriore seguito, tantomeno la fedeltà al marchio. Gli utenti guardano e dimenticano”, ha detto Kormilitsyn a Izvestia.

Anche Anton Korobkov Zemlyansky, proprietario dell’agenzia The Legend, si dice scettico in merito al potenziale successo della vodka Made in Russia “Oppah, Gangnam Style”.

“La popolarità del video non sta aumentando – spiega -. Non sarebbe redditizio in questo momento. Inoltre passerà almeno un anno prima che il marchio venga registrato. A quel punto sarà stato del tutto dimenticato”.

“Se Psy non lancia in breve tempo nuovi successi, il marchio basato sul Gangnam Style cadrà ben presto nel dimenticatoio”, ha aggiunto Nikolai Solabuto dell’agenzia di investimenti Trade-Portal.

“Se la popolarità di Psy nel mondo si riconfermerà per altri due o tre anni, allora potremmo brevettare non solo la vodka, ma qualsiasi altra cosa. Dai souvenir ai vestiti”, ha detto Solabuto a Izvestia.

La canzone è stata lanciata nel luglio 2012 come il primo singolo del suo sesto album, finendo al primo posto di tutte le hit in Corea del Sud. La frase “Gangnam Style” non è altro che un sillogismo coreano che fa riferimento allo stile di vita associato al quartiere Gangnam di Seoul. Nell’agosto 2012 la canzone e il video musicale sono diventati “virali”, riuscendo a influenzare la cultura popolare mondiale.

Per leggere la versione originale dell'articolo, cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta