Anno Nuovo tra sole e smartphone

Allegria in Russia per le vacanze natalizie (Foto: Ekaterina Chesnokova/RIA Novosti)

Allegria in Russia per le vacanze natalizie (Foto: Ekaterina Chesnokova/RIA Novosti)

Ecco come i russi festeggeranno la fine del 2012: tra viaggi in Egitto, regali tecnologici e brindisi con amici e parenti. Perché non si bada a spese

In Russia le strade delle città, i centri commerciali e gli uffici risplendono di alberi decorati, luminarie e addobbi, a ricordare ancora una volta agli abitanti che la lunga pausa per il Nuovo Anno si avvicina.

Nel 2012 le feste tradizionali per il Nuovo Anno andranno dal 30 dicembre all’8 gennaio, una decina di giorni di puro godimento a metà inverno, invidia di tutti gli abitanti dell’Occidente, dove soltanto il giorno di Natale e il primo del Nuovo Anno sono feste comandate.

Inoltre, a differenza delle nazioni occidentali, in Russia la vera festa dell’inverno non è Natale, ma proprio l’Anno Nuovo. Questa tradizione risale indietro nel tempo al passato sovietico, quando le festività religiose furono cancellate e sostituite da altrettante festività laiche.

Quando si spostò l’attenzione dal Natale all’Anno Nuovo, l’abitudine di decorare un albero e di celebrare la festa in famiglia scambiandosi regali slittò semplicemente a una data diversa. “Sebbene mi consideri una persona religiosa, festeggiare il Nuovo Anno per me è sempre stato più importante che festeggiare il Natale -, dice Irina Popova, direttore di una piccola agenzia pubblicitaria di Mosca. - Non riesco a immaginare la festa, i doni, l’atmosfera delle vacanze, lo champagne e il profumo dei mandarini senza lo scampanio a festa dell’orologio del Cremlino a mezzanotte”. 

La Popova pare essere una dei pochi russi che si sono preparati per tempo per questa festa: “Detesto l’assalto ai negozi, le lunghe file alle casse e tutta la frenesia dell’ultimo momento. Preferisco fare acquisti senza tanta folla attorno o farli online”.

Quest’ultima opzione non è ancora molto diffusa – in Russia la percentuale di acquisti online è soltanto del 5 per cento ancora –, ma le code nei negozi si vanno allungando in maniera esponenziale, specialmente nel periodo che registra il picco delle vendite tra il 15 e il 24 dicembre. 

Secondo un sondaggio effettuato da Deloitte, rispetto al 2011, per le Feste del 2012 i russi spenderanno l’8,6 per cento in più. Gli esperti affermano che ciò dipende dal fatto che i russi hanno più fiducia nel futuro rispetto al 2011. La metà di coloro che hanno risposto al sondaggio, infatti, ha affermato di considerare stabile la situazione economica in Russia. 

In media, i russi spendono l’equivalente di 500 dollari per i festeggiamenti invernali, il 35 per cento in meno dell’Europa dove la media raggiunge i 770 dollari. Tenuto conto  però della differenza del 120 per cento nel Pil procapite tra Ue e Russia, la cifra risulta ancora più impressionante. 

Gli acquirenti russi si preparano a spendere e spandere per le festività, e non soltanto per regali e cibo. Sta infatti diventando sempre più di moda andare in vacanza per le ferie dell’Anno Nuovo, e oltre la metà di coloro che trascorreranno le vacanze all’estero andranno al sole.

Molti russi si dirigeranno in Egitto, dove i pacchetti turistici partono da 400 dollari a settimana. Anche le vacanze sulla neve sono molto popolari, benché la spesa  per lo sci sia parecchio più alta rispetto a quella per sdraiarsi al sole. Vadim Nesmeyanov, un  trentenne che ha fondato una start up elettronica, è nel novero di coloro che lasciano la neve per andare in cerca di altra neve. “La mia famiglia va a Chamonix da tre anni ormai. All’inizio eravamo soltanto in quattro, ma adesso il nostro gruppo è formato da dodici persone e ci serve uno chalet di dimensioni adeguate. Se si prenota per tempo, le spese per i voli e l’alloggio non sono troppo elevate e per dieci giorni di vacanza si arriva intorno ai 1.500 euro. Oltre tutto, volare in Europa durante la stagione dei saldi offre eccellenti occasioni di shopping. Potrò comperarmi un nuovo iPhone”, racconta Nesmeyanov. 

Stando al sondaggio di Deloitte, un nuovo smartphone è tra i regali più ambiti per il Nuovo Anno. Il 40 per cento di coloro che sono stati intervistati amerebbe riceverlo, mentre il 56 per cento ha detto che si accontenterebbe di soldi in contanti. In ogni caso, la maggior parte degli intervistati ha detto che regalerà cosmetici (42 per cento) e dolciumi (38 per cento).

Richiesti sono anche piccoli elettrodomestici poco costosi, come pentole a cottura lenta e spremiagrumi. Alla vigilia del Nuovo Anno i russi non amano frequentare locali pubblici: oltre l’80 per cento di loro preferisce avere ospiti a casa o andare da amici.

Non tutti in ogni caso possono permettersi questa fortuna o dimenticarsi di lavorare: oltre l’11 per cento dei russi lavora anche durante le feste invernali. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta