Terremoto di Messina, i russi non dimenticano

Il console della Federazione Russa Vladimir Korotkof deporrà una corona per commemorare le vittime della sciagura che colpì il Sud Italia il 28 dicembre di 104 anni fa

Era l’alba del 28 dicembre 1908. Per oltre trenta infiniti secondi la terra ha tremato nel cuore di Messina. Portando giù, come castelli di sabbia, case e palazzine. Migliaia le vittime.

Il terremoto di Messina è considerato tra i più gravi disastri umanitari del XX secolo. E qui i russi si ritrovarono in prima fila per prestare soccorso alle popolazioni colpite dalla sciagura: furono infatti i marinari della flotta imperiale russa a fornire alla gente i primi soccorsi.

Per ricordare la tragedia, e per non dimenticare la mano tesa dalla Russia a sostegno dell’Italia, il 28 dicembre 2012 alle 10.30, presso il monumento ai Marinai russi in piazza Giardini a Mare “Giuseppe Micheli”, di fronte alla Capitanerie di Porto di Messina, verrà deposta una corona di fiori da parte del console russo a Palermo Vladimir Korotkov e del presidente della Provincia Nanni Ricevuto.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta