Al Cremlino piattaforme per elicotteri

Nonostante le polemiche, nel 2013 a Mosca la sede del governo e la Casa Bianca verranno dotate di piste di atterraggio per le alte cariche dello Stato

Già in passato il progetto aveva sollevato diverse polemiche. Creando sgomento anche all’interno dell’Unesco, che per questo motivo aveva addirittura proposto di escludere il Cremlino dalla lista dei beni Patrimonio dell’Umanità. A distanza di qualche mese torna a far discutere la proposta di dotare il Cremlino di piattaforme per elicotteri.

L’idea, lanciata a inizio 2012 dall’amministrazione comunale di Mosca, torna ora al centro dell’attenzione dopo le affermazioni rilasciate dal direttore generale dell’ufficio della presidenza, Vladimir Kozhin, che ha annunciato nel 2013 la realizzazione di piste per l’atterraggio sia al Cremlino sia alla Casa Bianca.

Così come riporta il giornale Vedomosti, con molta probabilità nello spazio aereo di Mosca verranno creati dei corridoi di trasporto per gli alti funzionari dello Stato.

Un progetto ribadito anche nell’ottobre 2012 dai portavoce del Presidente russo Vladimir Putin e del primo ministro Dmitri Medvedev: secondo loro, si tratta di una questione di sicurezza e di una soluzione per rimediare al pressante traffico della capitale.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta