Nuoto, a Istanbul trionfano i russi

La Nazionale russa di nuoto è arrivata quinta al Campionato Mondiale in vasca corta, a Istanbul, dove ha conquistato nove medaglie, di cui due ori (Foto: Reuters/Vostock-Photo)

La Nazionale russa di nuoto è arrivata quinta al Campionato Mondiale in vasca corta, a Istanbul, dove ha conquistato nove medaglie, di cui due ori (Foto: Reuters/Vostock-Photo)

Nei Mondiali in vasca corta, Vladimir Morozov trascina la Nazionale della Federazione, che si aggiudica nove medaglie e tra queste due ori

La Nazionale di nuoto russa ha ottenuto il quinto posto nel Campionato del Mondo di nuoto in vasca corta che si è concluso il 16 dicembre 2012 a Istanbul, in Turchia. Uno dei protagonisti del torneo è stato Vladimir Morozov, che ha vinto due ori e un argento nella staffetta. Nel torneo post-olimpico la Nazionale russa ha quindi conquistato due medaglie d'oro, aggiudicandosi in totale nove medaglie di diverso valore.  

Il campionato che si è svolto nel centro sportivo Sinan Erdem Dome è già il secondo per la squadra russa dopo il Campionato europeo in vasca corta nella città francese di Chartres, dove la Nazionale si è presentata con un organico composto per la metà da giovanissimi atleti e senza il suo allenatore. Alle Olimpiadi di Londra la performance della squadra russa è stata giudicata insoddisfacente, benché comprensibile, considerato il valore degli avversari nel torneo. I russi hanno vinto quattro medaglie, ma nessun oro (due argenti e due bronzi).

Visti i risultati delle Olimpiadi, Andrei Vorontsov ha dovuto lasciare il posto di primo allenatore della Nazionale - i dirigenti della Federazione Russa Nuoto (VFP) non hanno aspettato la scadenza del contratto del trainer a fine anno, e ne hanno concordato la rescissione.

Il responsabile della Federazione Russa Nuoto Vladimir Salnikov, rieletto presidente nel novembre 2012, non ha voluto rivolgersi a specialisti stranieri, ma ha affidato la squadra ad Anatolij Zhuravliov, che fino a poco fa allenava la nazionale juniores della Russia: sotto la sua guida, nell’estate 2012 la squadra ha conquistato il maggior numero di medaglie nel Campionato europeo.

Nel suo primo torneo in veste di allenatore della squadra, Zhuravliov ha portato in Turchia gli atleti migliori: Stanislav Donets, Nikolaj Skvortsov, Vjacheslav Sinkevich e il vincitore della medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici nella staffetta 4x100 stile libero Vladimir Morozov. Quest'ultimo, ora che nella Nazionale è in corso un ricambio generazionale, sta diventando un leader: Morozov, che si allena a Los Angeles, a novembre 2012 in Francia ha vinto sette medaglie, e in Turchia è diventato due volte campione del mondo.

A Istanbul sono arrivati molti giovani atleti, considerando che hanno saltato il torneo Evgenij Korotyshkin, medaglia d'argento a Londra, il bronzo Julia Efimova, e la vincitrice dell'argento olimpico Anastasia Zueva, che sta saltando la stagione per via di un infortunio e delle nozze programmate per la prossima estate. 

Come ha dichiarato Zhuravliov alla vigilia del torneo, l'obiettivo a Istanbul era quello di portare a casa un risultato non peggiore di quello ottenuto due anni fa a Dubai, dove i russi per la prima volta nella loro storia erano arrivati secondi dopo gli Stati Uniti per numero complessivo di medaglie, vincendone 10, tra cui quattro ori. In Turchia per numero totale di medaglie si è quasi riusciti a ripetere l'impresa, anche se gli ori sono stati solo due, dovuti all'impegno di Morozov che ha vinto le gare dei 50 e dei 100 metri stile libero.  

Insieme a Donets, Skvortsov e Sinkevich, Morozov ha conquistato anche l'argento nella staffetta 4x100 misti. Nella sua tappa, Morozov ha superato il famoso nuotatore americano Ryan Lochte, che a Istanbul è diventato sei volte campione del mondo battendo due record mondiali in vasca corta, quelli dei 100 e dei 200 metri misti. 

Vale la pena di sottolineare anche l'inatteso secondo posto delle donne nella staffetta 4x200 stile libero: le russe Veronika Popova, Elena Sokolova, Daria Beljakina e Ksenia Juskovaja nella prima giornata del torneo hanno conquistato l'argento in una disciplina che un tempo non ritenevamo a noi “congeniale”.  Un altro argento se l'è aggiudicato Donets nella gara dei 100 dorso. Nell'ultima giornata di gare, oltre all'oro di Morozov e all'argento nella staffetta maschile, due bronzi sono andati a Evgenij Logunov, terzo nella gara vinta da Morozov, e a Nikolaj Skvortsov nei 200 delfino.        

Per leggere l'articolo in versione originale, cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta