I mercatini natalizi di Mosca

Decorazioni artigianali da appendere all'albero di Natale (Foto: Elena Pochetova)

Decorazioni artigianali da appendere all'albero di Natale (Foto: Elena Pochetova)

Oltre cento le fiere nella capitale russa, dove poter godere a pieno dell’atmosfera delle Feste, tra dolci leccornie e piccoli doni artigianali da mettere sotto l'albero

Vin brulè, lecca lecca a forma di galletto, Babbi Natale di cioccolato e altri simboli dell’allegria e della felicità sono i protagonisti dei mercatini di fine anno a Mosca.

Nella capitale russa saranno più di un centinaio le fiere, dove poter godere a pieno dell’atmosfera delle feste più popolari: il Natale e l’Anno Nuovo. Le facciate degli edifici iniziano già a essere addobbate, ma i mercatini di Natale principali saranno aperti dal 23 dicembre 2012.

Quest’anno il più insolito sarà il “Mercatino di Strasburgo” in piazza del Maneggio. L’inaugurazione ufficiale, con la partecipazione del sindaco di Strasburgo Roland Ries, si terrà il 24 dicembre 2012. Il mercatino aprirà i battenti il giorno seguente. Sulla piazza che guarda il Cremlino saranno installati circa venti chalet di legno.

Gli organizzatori dei mercatini vogliono proporre una piena immersione nell’atmosfera tradizionale dei mercatini di Natale europei. Qui si potranno comprare regalini, souvenir, alberi di Natale, giocattoli, pasticcini francesi e molto altro ancora. Se non si ha la possibilità di fare un salto in Europa per le vacanze, il “Mercatino di Strasburgo” è un’alternativa niente male.

Al Vdnkh, Centro espositivo russo, è già stato allestito un intero villaggio di Natale. Sono state montate più di cinquanta casette di legno con decori e intagli alle finestre. Al loro interno si trovano bancarelle con giocattoli dipinti a mano, guanti caldi, pan pepati allo zenzero e altre piccole gioie natalizie. Nei bar si può bere una tazza di tè, di vin brulè alla cannella o qualcosa di un po’ più forte.

Guarda il video del tour
nel mercatino di Natale
di Vdnkh 

Chi vuole imparare a fare i regali con le proprie mani può iscriversi alle master-class di preparazione di addobbi per l’albero, per la tavola imbandita del Capodanno ecc… Accanto alla Fontana della Pace tra i popoli gli organizzatori stanno pensando di piazzare una pista da pattinaggio di diecimila metri quadrati, anche se sarà possibile soltanto con l’arrivo del gelo e quest’anno a Mosca l’inverno pare non avere troppa fretta.

A differenza della maggior parte dei mercatini, il villaggio di Natale del Centro espositivo russo è aperto dal 24 novembre 2012. In questo genere di cose non è mai troppo presto.

Dal 22 al 30 dicembre 2012 si potrà visitare il mercatino natalizio del parco Sokolniki. Gli ideatori assicurano di voler trasmettere lo spirito del Natale europeo, facendo propri l’esperienza e le tradizioni dei mercatini francesi, tedeschi, belgi e austriaci. Nelle bancarelle sarà possibile acquistare non soltanto oggetti dell’artigianato popolare e i tipici souvenir natalizi, ma anche cristalli, pellicce e persino abbigliamento firmato.

Per gli ospiti dell’evento si svolgeranno master class di cucina, ricamo, floristica in ceramica ecc… Inoltre a Sokolniki aprirà lo speciale “Caffè della fattoria” dove verranno servite pietanze preparate da prodotti ecologici e non trattati provenienti dalle fattorie dei dintorni di Mosca.

C’è un altro mercatino che non si nota facilmente se non se ne conosce in anticipo l’esistenza. È aperto soltanto due giorni, il 22 e il 23 dicembre 2012 ed è il mercatino della rivista Season, nel giardino dell’Ermitage. I suoi allestitori si orientano sull'Europa e cercano di rendere al massimo l'atmosfera del Vecchio Mondo.

L'iniziativa si svolge da quattro anni e occupa tutto il giardino dell'Ermitage. Ci sono più di cinquanta bancarelle con diversi giocattoli, addobbi, oggetti lavorati a mano. Bar e caffetterie con vin brulè e pan pepati allo zenzero, una pista di pattinaggio sul ghiaccio, palle di neve e corse in slitta: tutto questo vi attende al mercatino nel giardino dell'Ermitage. L'ingresso costa 350 rubli, ma per i bambini fino ai dieci anni è gratuito.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta