L’arte italiana fa tappa in Russia

Una delle opere dell'artista italiano Carlo Carli, che allestirà una mostra personale a San Pietroburgo (Foto: Ufficio Stampa)

Una delle opere dell'artista italiano Carlo Carli, che allestirà una mostra personale a San Pietroburgo (Foto: Ufficio Stampa)

L’artista Carlo Carli, nella Venezia del Nord per incontrare il Console Generale d’Italia a San Pietroburgo, si prepara per allestire la sua prima mostra nella terra degli zar

Diciotto fotografie. Raccolte all'interno della personale "Donne in mondi differenti”. L'incontro con il Console Generale d’Italia a San Pietroburgo Luigi Estero, il Rettore dell’Accademia di Belle Arti Semyon Mikhailovsky e Serena Coletto dell'Istituto Italiano di Cultura, tenutosi il 5 dicembre 2012, dà ufficialmente il via al progetto espositivo internazionale che coinvolgerà per la prima volta in Russia l'artista toscano Calo Carli.

A partire da maggio 2013 infatti l'artista esporrà una serie di lavori, in una mostra curata da Elisabetta Vannozzi e allestita nella Sala Azzurra del Museo dell’Accademia di Belle Arti, diretto da Liudmila Kondratenko.

Nato nel 1945 a Pietrasanta (Lucca), Carli ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Firenze e ha conseguito il diploma di Magistero d’Arte.

Nel 2009 ha organizzato alcune esposizioni a Milano e a Roma, e nel 2010 ha allestistito una mostra a Lucca. "È stata una giornata molto importante - ha dichiarato Carli al termine dell'incontro -. Sono molto soddisfatto per l'accoglienza e la possibilità offerta". 

Il progetto segna una nuova tappa nella carriera artistica di Carli, dopo la recente esposizione nella sede del Parlamento Europeo a Bruxelles.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta