Medvedev alla prova tv

In un'intervista fiume il premier russo ha risposto alle domande di alcuni giornalisti, in diretta sul primo canale, parlando di politica, sanità e corruzione

Ha parlato di sanità pubblica e riforma delle pensioni, prendendo a modello la Germania; ma anche di corruzione, esercito e difesa, oltre che di politica e opposizione. Davanti a milioni di telespettatori, il 7 dicembre 2012  il premier russo Dmitri Medvedev ha risposto in diretta sul primo canale "Rossiya-1" alle domande di alcuni giornalisti, che lo hanno interpellato sui temi più di rilievo in questo momento per la Russia.

“Entro il 2020 ci sarà un totale rinnovamento delle forze armate”, ha fatto sapere Medvedev davanti alle telecamere, sottolineando anche il grosso lavoro che lo Stato sta facendo per eliminare la corruzione. “Abbiamo l’obbligo di proseguire su questa strada, anche se a qualcuno non farà comodo”, ha affermato, in risposta a un giornalista che gli ha chiesto se “lottare contro la corruzione, volesse forse dire lottare contro il governo”.

Parlando di politica, il premier ha aggiunto che nel Paese si affacceranno decine di nuovi partiti, che “influenzeranno la congiuntura politica”.

“Sono sicuro che, in seguito alla riforma del sistema dei partiti, alcune decine di nuovi gruppi politici influenzeranno l’attuale situazione del nostro Paese. La crescita del numero dei partiti testimonia che il popolo vuole nuove forze politiche”.

Durante l’intervista, il premier è intervenuto anche sulla questione delle multe per chi guida in stato di ebbrezza, e sulla legge antifumo.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta