Il futuro Made in Italy a Krasny Oktiabr

Ultimo appuntamento espositivo nell'ex fabbrica di cioccolato moscovita nell'ambito di Exhibitaly, la fiera delle eccellenze del Belpaese portate in Russia dall'Ambasciata d'Italia

Settimane intense per l’Ambasciata d’Italia a Mosca che si appresta a inaugurare l’ultima delle quattro mostre di Exhibitaly, “Tech me to the future”, che il 5 dicembre 2012 si aprirà a Krasny Oktiabr dopo quelle su energia, design e moda, ponendo fine al ciclo dei principali eventi in programma nella ex fabbrica di cioccolato.

 

Non una coincidenza che parallelamente, al Museo Pushkin, si inauguri l’esposizione del Codice sul Volo degli Uccelli di Leonardo da Vinci, eccezionalmente prestato dalla Biblioteca Reale di Torino, che illustra come il genio e l'inventiva italiana dei nostri giorni siano, anche per quanto riguarda tecnologia e innovazione, saldamente radicati nel passato.

 

Nel frattempo, a Denezhni Pereulok 5 si è appena tenuta una conferenza su Leonardo, con la partecipazione di Irina Antonova, direttrice del Museo Pushkin, Marina Sviderskaia, storica dell’arte dell’Università Lomonosov e con il fisico Mikhail Mogilevsky, autore del libro "Il metodo scientifico di Leonardo da Vinci", che è arrivato appositamente da Seattle per la mostra leonardesca. Nella stessa occasione è stata anche presentata l’edizione facsimile del Codice sul Volo degli Uccelli, a cura dell’Ambasciata d’Italia, predisposta in occasione dell'esposizione moscovita del Codice.

 

L’edizione facsimile del Codice sul Volo degli Uccelli di Leonardo da Vinci (Foto: Ufficio Stampa)

 

E mentre già si parla della dozzina di capolavori di Lorenzo Lotto che a metà dicembre 2012 saranno esposti al Pushkin, non si è ancora spento l'eco degli strumenti dell'Orchestra sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, che domenica 25 novembre 2012 ha registrato il tutto esaurito e tre bis del suo direttore, Jader Bignamini, e della giovanissima, e applauditissima, violinista solista Francesca Dego.

 

L'ambasciatore Zanardi Landi ha infine anche inaugurato un seminario per operatori museali realizzato dall'Istituto Italiano di Cultura a Mosca assieme a iGuzzini e Goppion ed ha ospitato in Ambasciata un’affollatissima conferenza sulla “domotica”, l’informatica applicata agli elettrodomestici e al funzionamento intelligente delle abitazioni, tenuta da Andrea Merloni, presidente di Indesit, che nella Federazione Russa è uno dei primi produttori di elettrodomestici.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta