Sharapova a Milano, capricci da star

Una splendida Maria Sharapova a Milano (Foto: Calogero Russo)

Una splendida Maria Sharapova a Milano (Foto: Calogero Russo)

La tennista russa, nel capologuo lombardo per il torneo “La Grande Sfida” contro Errani-Vinci e Ivanovic, fa la diva e si sottrae alle domande della stampa

Maria Sharapova a Milano il 30 novembre 2012 (Foto: Calogero Russo)

“Quando mi hanno invitata a Milano per prima cosa ho pensato che sarebbe stato molto pericoloso per la mia carta di credito”. Maria Sharapova, 25 anni, la tennista russa più famosa al mondo, è sbarcata il 30 novembre 2012 nel capoluogo lombardo per partecipare a “La Grande Sfida”, ricca e patinata esibizione nella quale l’attuale numero 2 del ranking mondiale sarà in compagnia della serba Ana Ivanovic e delle italiane Sara Errani e Roberta Vinci.

Maria Sharapova, a Milano, si comporta da diva. Si concede poco, arriva per ultima in città, beffa i giornalisti dei siti (Russia Oggi compresa) e della carta stampata che aspettavano il proprio turno per rivolgerle quelle domande negate in una conferenza stampa dedicata alle dichiarazioni in ordine sparso di organizzatori, politici e sponsor. Dietro alla porta chiusa, Maria Sharapova insieme con Ana Ivanovic, si concede alle tv e poi si eclissa perché non le piace la stanza troppo piccola nella quale le interviste avrebbero dovuto continuare. Capricci da star.

Ci restano le parole di rito (poche) pronunciate durante la conferenza stampa affollata più di fan che di giornalisti. I flash dei telefonini sono tutti per lei, bella ed elegante in un abito nero.

In verità Maria Sharapova a Milano ci ha già giocato. Ma non era ancora nessuno. Correva l’anno 2000 e la russa, appena tredicenne e piena di brufoli, partecipò al Trofeo Avvenire perdendo la finale.  “Oh come ero magra...”, esclama quando sul maxischermo proiettano una delle foto di quel torneo. “Se sono stata felice in quei giorni? Certo, sono sempre belli i giorni di chi ha 13 anni”, continua.

Adesso quello che vuole è restare nei “primissimi posti del ranking. Tornare al numero 1? L'obiettivo è sempre quello. Però anche arrivandoci, conservare la posizione è difficile – afferma -. Mi impegnerò a vincere più tornei possibili del Grande Slam perché è la strada per restare in alto”.

Una delle avversarie più toste di Maria Sharapova è sicuramente Serena Williams, star a “La Grande Sfida” di Milano del 2011 con la sorella Venus. “Ha avuto un secondo semestre del 2012 eccezionale a livello di prestazioni – confessa Sharapova -. È un’atleta vincente, colpisce la palla con velocità. Giocare contro di lei è complicato”.

Molto meno complicato è stato il trascorrere la mattinata meneghina di Masha nella residenza privata di Giorgio Armani per partecipare al cocktail di benvenuto, con le altre tenniste invitate all’esibizione milanese, e pare che si sia informata sulle ultime tendenze della moda di Re Giorgio. “È stata una bellissima esperienza”, trapela dai colleghi televisivi “graziati” dai capricci dalla tennista.

Poi cala il sipario in attesa che si alzi quello sull’esibizione milionaria del 1° dicembre 2012, alle 16, al Mediolanum Forum di Assago. Un migliaio ancora i biglietti disponibili.

Per conoscere il programma della giornata cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta