L'ambasciatore russo saluta Roma

Dopo otto anni di lavoro si chiude il mandato per Aleksei Meshkov, che torna in Russia a ricoprire un incarico di governo

Si è chiuso il mandato per l’ambasciatore straordinario, plenipotenziario della Russia in Italia e nella Repubblica di San Marino, Aleksei Meshkov. A Roma dal 2004, Meshkov è partito per Mosca dove assumerà un incarico di governo.

Alla cerimonia di saluto, tenutasi nella sua residenza romana di Villa Abamelek, sul Gianicolo, hanno partecipato collaboratori e amici, ma anche importanti esponenti politici italiani. All’incontro hanno infatti preso parte i Consoli Generali di Roma, Milano e Genova, quelli onorari di Ancona, Bolzano e Venezia, insieme agli alti dirigenti dell’Ambasciata.

Classe 1958, Meshkov ha iniziato la sua carriera diplomatica nel 1981, ricoprendo, fra i tanti, anche gli incarichi di capo ufficio della Direzione della collaborazione tecnico scientifica del Ministero degli Affari Esteri russo, di Consigliere dell’Ambasciata russa a Madrid e di vice ministro degli Affari Esteri.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta