Libri: "Me ne vado a Est", la presentazione

Il volume di Matteo Ferrazzi e Matteo Tacconi, che raccoglie le testimonianze delle imprese italiane che fanno affari nell'Europa Orientale, sarà presentato il 30 novembre 2012 a Mestre (Venezia)

Lasciare tutto, e andare a Est. È un po’ quello che hanno fatto migliaia di imprenditori italiani che negli anni hanno mollato il proprio Paese per andare a cercare fortuna nell’Europa Orientale.

Storie raccontate all’interno del volume “Me ne vado a Est”, di Matteo Ferrazzi e Matteo Tacconi, che raccoglie le testimonianze di quelle aziende del Belpaese che hanno deciso di oltrepassare la cortina di ferro a caccia di affari.

Attraverso 128 pagine il manuale cerca di chiarire i motivi che spingono l’80 per cento delle imprese italiane a lavorare con i Paesi dell’Est, come Romania, Polonia, Ungheria, Bulgaria e, ovviamente, Russia.

Il libro sarà presentato il 30 dicembre 2012 (ore 18) al Centro Candiani (Piazzale Candiani, 7) a Mestre (Venezia).

All’incontro parteciperanno gli autori insieme al giornalista Rai Giovanni Stefani, a Franco Andreetta, vicepresidente di Zagrebacka Banka (Croazia) e presidente del consiglio di Territorio Unicredit Veneto Est, ad Alessandro Vardanega, presidente Confindustria Treviso e Giuseppe Bortolussi, segretario Cgia Mestre.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta