Olga Resnevich, una russa a Roma

Il 28 novembre 2012 al Centro Russo di Scienza e Cultura verrà presentato un volume dedicato a una delle maggiori rappresentanti dell'immigrazione russa in Italia all'inizio del Novecento

L’immigrazione russa in Italia all’inizio del XX secolo: un fenomeno che portò nelle città del Belpaese politici, intellettuali, artisti, medici, scrittori e avvocati dell’Est. Fra le figure di spicco della comunità russa a Roma, c’è Olga Resnevich Signorelli, lettone di nascita, russa di cultura e italiana d’adozione.

Nata nel 1883, Olga Resnevich è stata un’attenta testimone dei fatti che hanno segnato la storia italiana e quella sovietica. Amica di Meyerhold, Tairov e Stanislavskij, si occupò di arte, teatro e traduzioni. Grazie alla fitta corrispondenza tra la Resnevich e diversi immigrati russi in Italia, è oggi possibile ricostruire il rapporto tra i russi dell’epoca e la Penisola.


Per ricordare la figura sua, e quella dei tanti russi dell’epoca, italiani d’adozione, il 28 novembre 2012 (ore 19), al Centro Russo di Scienza e Cultura di Roma (piazza Benedetto Cairoli, 6), verrà presentato il volume “Ol’ga Resnevic-Signorelli e l’emigrazione russa: corrispondenza. Volumi I-II”, editi dalla Università di Salerno.

All’incontro parteciperanno la co-curatrice del libro, Daniela Rizzi, docente all’università Ca’ Foscari di Venezia, e lo slavista Stefano Garzonio. Insieme a loro, interverranno anche Bianca Sulpasso e Andrei Shishkin.

Per maggiori informazioni:

Centro Russo di Scienza e Cultura

Piazza Benedetto Cairoli, 6 - Roma

Tel.: + 39.06.88816333

Fax: + 39.06.68300982

E-mail: info@centroculturalerusso.it

http://ita.rs.gov.ru/

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta