Il dominio in cirillico impera su Internet

In Russia il dominio cirillico .рф  ha il più alto numero di utenti registrati (Foto: Itar-Tass)

In Russia il dominio cirillico .рф ha il più alto numero di utenti registrati (Foto: Itar-Tass)

Gli indirizzi Web ".рф" sono i più diffusi al mondo: un altro record per la Russia che pur vanta ancora pochi internauti rispetto al totale della popolazione

La Russia potrà non essere prima al mondo in termini di utilizzo del computer o accesso a Internet, ma quando si tratta di domini in caratteri non latini il patriottico .pф è quello da battere.

Il dominio cirillico .рф ha il più alto numero di utenti registrati e rappresenta attualmente l'esperienza di maggior successo di dominio internazionalizzato, secondo il Rapporto mondiale 2012 sulla Dislocazione dei nomi di dominio internazionalizzati, che l’Eurid (organizzazione no-profit prescelta dalla Commissione Europea per gestire i nomi a dominio .eu, ndr) e l'Unesco hanno pubblicato.

Un nome di dominio internazionalizzato è un nome di dominio Internet che contiene almeno un carattere che non appartiene all’alfabeto latino oppure un alfabeto latino con segni diacritici.

“È facile da utilizzare, soprattutto nel campo della pubblicità -, ha detto, per spiegare  la popolarità del dominio cirillico, Andrei Kolesnikov, direttore del Centro di coordinamento per i domini di primo livello RU / РФ. - È più semplice ricordare un dominio scritto nella lingua madre; inoltre, la probabilità di incorrere in un errore di battitura quando si inserisce questo dominio nel browser è molto più bassa rispetto a quelli scritti utilizzando l’alfabeto latino”.


La registrazione del dominio .pф risale al novembre 2010. Da quel momento ci sono stati più di 845.000 gli indirizzi registrati, il che, secondo il Centro di coordinamento, lo rende il più grande nome di dominio internazionalizzato al mondo.

I tassi di diffusione del dominio sono impressionanti. Secondo il rapporto Eurid, i tassi di crescita mensili sono paragonabili a quelli del dominio russo di primo livello in caratteri latini .ru. Il dominio .pф è cresciuto del 54 per cento tra il dicembre 2010 e il dicembre 2011 e ha raccolto 5.973 nuovi iscritti solo dall'inizio di questo mese.

Il dominio .ru ha ancora più indirizzi della sua alternativa in cirillico, con oltre 4 milioni di utenti registrati, anche se occupa solo la settima posizione nella classifica globale. I nomi di dominio di Spagna, Germania e del territorio della Nuova Zelanda Tokelau ricoprono i primi tre posti a livello mondiale.

Ma se il dominio .ru può non aver ottenuto alcun riconoscimento a livello mondiale, ha battuto la sua alternativa in cirillico in termini di effettivo utilizzo del sito Web. Secondo il Centro di coordinamento, sono in uso il 72 per cento dei domini .pф contro il 91 per cento dei domini .ru.

Giovanni Seppia, uno degli autori del rapporto Eurid, ha aggiunto che, nonostante i buoni tassi di crescita, il dominio in cirillico aveva più di 200.000 cancellazioni al momento del rinnovo alla scadenza del primo anno. Queste statistiche su .pф dovrebbero migliorare se il dominio riuscirà ad attrarre nuovi utenti.

Il dominio in cirillico promette di diventare più popolare nel momento in cui verranno supportati gli  indirizzi e-mail in caratteri non-latini, ha sottolineato Kolesnikov. Gli specialisti della Internet Engineering Task Force hanno già elaborato degli standard professionali per il supporto di tali indirizzi e-mail e gli eventuali difetti dovrebbero essere corretti in due o tre anni.

“Il dominio continuerà a svilupparsi, non ci sono dubbi -, ha affermato Kolesnikov. - Ha un grande potenziale di ulteriore crescita e l'interesse per il dominio .pф è piuttosto elevato. Il dominio .рф continuerà a crescere a un ritmo moderato. Non ci aspettiamo altri ostacoli alla sua crescita”.

Altri Paesi che utilizzano nomi di dominio in caratteri non latini sono l'Arabia Saudita, gli Emirati Arabi Uniti, l’Egitto, Taiwan, la Giordania, lo Sri Lanka, la Tailandia, la Corea del Sud, il Qatar, la Palestina, l’Algeria, Hong Kong, la Siria, la Serbia e Singapore.

La Russia è stata la prima a lanciare un nome di dominio in caratteri non-latini tra le ex repubbliche sovietiche, seguita due anni dopo dal Kazakhstan. La Telegraph Agency bielorussa ha annunciato che il nome di dominio .Бел potrebbe arrivare nel 2013.

Per leggere l'articolo in versione originale cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta