La Russia dei record

Uno dei tre Russkie bogatyri, “i macisti russi”, nel Libro dei Guinness dei primati (Foto: Itar-Tass)

Uno dei tre Russkie bogatyri, “i macisti russi”, nel Libro dei Guinness dei primati (Foto: Itar-Tass)

Nella Giornata mondiale dei Guinness, Il Paese, da primato di per sé per estensione, raccoglie nel famigerato Libro i fatti e i luoghi più curiosi. Scopriteli con "Russia Oggi"

La Russia figura nel Guinness World Records come il Paese più grande e tutti i suoi principali record sono famosi per le loro incomparabili dimensioni: il bosco più grande del mondo, la rete di trasporto più ampia del mondo, il giornale con il maggior numero di copie stampate...

La Russia patrimonio
dell'Unesco

Tuttavia, sfogliando le pagine del libro, si incontrano dei primati davvero curiosi. Russia Oggi ha raccolto i dodici più importanti record russi elencati nel libro dei Guinness.

L’edificio universitario più grande del mondo
L’Università Statale Lomonosov di Mosca (Mgu) è la più grande struttura universitaria del mondo. Il corpo principale dell’edificio, con i suoi 32 piani, raggiunge i 240 metri di altezza. Al suo interno, ospita 40mila aule dedicate allo svolgimento delle lezioni, sale conferenze, servizi amministrativi e tecnici.

      La più grande chiesa ortodossa del mondo
      Un’altra struttura gigantesca, che, come l’Università Statale Lomonosov, si trova nella capitale russa, è la Cattedrale di Cristo Salvatore: la più grande chiesa ortodossa del mondo. Essa raggiunge i 103 metri d’altezza e copre una superficie di 8mila metri quadrati, mentre la superficie totale del complesso del tempio è di 70mila metri quadrati.

        La rete tranviaria più estesa del mondo
        Secondo il libro dei Guinness dei primati (2002), San Pietroburgo, la capitale del nord della Russia, ha la rete tranviaria più estesa al mondo. Nella città circolano 2.600 tram su 64 linee diverse. La lunghezza complessiva della rete è di 690 chilometri. Nel 2012, la rete tranviaria di San Pietroburgo ha compiuto 105 anni.

          Il centro abitato più freddo del mondo
          Il centro abitato più freddo del mondo si trova in Yakutia ed è il villaggio di Ojmjakon. La cittadina è situata in una valle racchiusa da due alte cime montuose, che impediscono all’aria calda di entrare nella vallata. Nel mese di gennaio, la temperatura media nel villaggio raggiunge i -50º C. Le frequenti gelate possono portare le temperature a sfiorare i -70º C.

            Il divario di voti più grande durante le elezioni
            Tra i record politici della Russia, elencati nel libro dei primati, figura anche il primo Presidente della Federazione russa, Boris Eltsin. Nelle elezioni del 1989 per il Soviet Supremo, nel distretto elettorale di Mosca, Eltsin vinse con una maggioranza di voti senza precedenti e che non è stata ancora superata in nessun altro Paese del mondo. A suo favore votarono 4.726.112 persone in più rispetto al suo avversario, che si dovette accontentare di meno di 400mila voti.

              Il quotidiano con il maggior numero di copie stampate
              Il quotidiano “Komsomolskaja Pravda”, nel maggio 1990, ebbe una tiratura di 22 milioni di copie, un record che per il momento non è stato ancora battuto da nessun altro quotidiano del mondo. Fondato nel 1925, è stato il primo a ricevere l’Ordine di Lenin (№ 000001), la più alta onorificenza nazionale dell’Unione Sovietica. Da allora, il quotidiano continua a essere il leader dei giornali russi “su carta” per numero di esemplari pubblicati. In suo onore è stata nominata anche una nuova specie di coleotteri - i Boreaphilus komsomolkae - scoperta nel 2000.

                Il pesce più costoso del mondo
                Anche il pesce più costoso del mondo è stato pescato in Russia. Ottanta anni fa sul fiume Tichaja Sosna, nell’oblast di Belgorod, nel Distretto federale centrale, i pescatori catturarono uno storione del peso di 1.227 chilogrammi. Dallo storione si ricavarono 245 chilogrammi di caviale, che al giorno d’oggi sarebbero costati 289mila dollari.

                  La sconfitta più devastante nel mondo del rugby
                  La Russia viene citata anche in ambito sportivo. La partita dei rugbisti russi contro la nazionale australiana alla Coppa del Mondo nel 2000 fu la sconfitta più schiacciante nella storia del rugby. I russi persero contro l'Australia con un punteggio di 4:110. Da allora, la Russia non è riuscita ancora a battere la squadra australiana.

                  Gli uomini più forti del mondo
                  Li chiamano “Russkie bogatyri”, “i macisti russi”; si tratta di un gruppo di tre uomini che pesano più di 125 chilogrammi ciascuno: gonfiano borse dell’acqua calda, strappano elenchi telefonici, accartocciano padelle e piegano assi di metallo fino a formare degli anelli. Sono cinque volte campioni nel libro dei Guinness e hanno stabilito gli ultimi record nel 2011: in soli tre minuti hanno fatto a pezzi dieci elenchi telefonici e in un minuto hanno piegato ventiquattro assi di ferro.

                  Il maggior numero di partecipanti a una videoconferenza
                  Un software high-tech, sviluppato dai programmatori russi nel 2011, permette di condurre videoconferenze online con un gran numero di partecipanti. Alla dimostrazione della videoconferenza, che è stata chiamata “Fonti multiple di reddito rapido”, hanno partecipato i rappresentanti di sette distretti federali della Federazione Russa e alcuni provenienti dall'estero. Il numero complessivo di partecipanti al forum variava dalle 12.012 alle 14.248 persone. L’innovativo software, ideato dai programmatori russi, ha attirato l’attenzione di molte società nazionali, enti pubblici e utenti privati.

                    Il lago più profondo del mondo
                    Il Bajkal, nella Siberia meridionale è il lago più profondo del mondo, con una profondità massima di 1.642 metri. Il secondo lago più profondo del mondo, il Tanganica in Africa centrale, è di ben 200 metri meno profondo rispetto al lago russo. Otre a ciò, il Bajkal è anche il lago più antico del mondo (tradizionalmente gli vengono attribuiti circa 20-25 milioni di anni), nonché la più grande riserva di acqua dolce del mondo: se tutta l'acqua contenuta nel lago venisse divisa tra tutti i cittadini della Russia (circa 142 milioni di persone), ciascuno di essi riceverebbe circa 2.773 vagoni-cisterna del peso di 60 tonnellate ciascuno.

                      La foresta più grande del mondo
                      Sul territorio russo si estende la foresta più grande del mondo: la taiga siberiana. Essa inizia nella parte europea della Russia, e si estende dal corso superiore del Volga e dal Golfo di Finlandia verso Est, ricoprendo gli Urali, gli Altai, e tutta la Siberia occidentale e orientale e parte dell'Estremo Oriente russo. La taiga si estende in totale per 9mila chilometri. La superficie boschiva occupa il 45 per cento del territorio russo e le sue riserve forestali rappresentano più del 20 per cento del legname mondiale.

                      Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta