Italia e Russia per il cinema

Il direttore del Fondo Russo per il Cinema, Sergei Tolstikov (a sinistra) stringe la mano al  direttore generale per il Cinema del Ministero italiano dei Beni Culturali, Nicola Borrelli (Foto: Ufficio Stampa)

Il direttore del Fondo Russo per il Cinema, Sergei Tolstikov (a sinistra) stringe la mano al direttore generale per il Cinema del Ministero italiano dei Beni Culturali, Nicola Borrelli (Foto: Ufficio Stampa)

Nella cornice del Festival Internazionale del Film di Roma, i due Paesi hanno sottoscritto un accordo per creare un'Accademia italo-russa ad hoc

Non solo economia e investimenti. I rapporti tra l’Italia e la Federazione si stanno facendo sempre più stretti anche dal punto di vista culturale. Durante il Festival Internazionale del Film di Roma, dove non è mancata la presenza di importanti autori russi contemporanei, è stato siglato un accordo per rafforzare e diffondere il lavoro delle industrie cinematografiche dei due Paesi.

Il direttore del Fondo Russo per il Cinema, Sergei Tolstikov, e il direttore generale per il Cinema del Ministero italiano dei Beni Culturali, Nicola Borrelli, hanno sottoscritto un accordo per dare vita all’Accademia di Cinema italo-russa.

Un progetto voluto per rilanciare l’industria dei lungometraggi, portando in Italia le pellicole russe, ancora troppo poco conosciute, rinsaldando il cinema del Belpaese nella Federazione, dove, tra l’altro, i film Made in Italy sono da sempre molto conosciuti e apprezzati.

L'attrice italiana

Maria Grazia Cucinotta (a sinistra),

insieme all'attrice russa

Elena Romanova (Foto: Ufficio Stampa)

Al progetto per parte russa hanno partecipato il direttore del Dipartimento Cinema del Ministero russo della Cultura, Vyacheslav Telnov, la Mosfilm, l’Università Statale Russa di Cinematografia e il Fondo Statale Russo per il Cinema.

Per parte italiana invece, oltre al Ministero per i Beni Culturali, hanno apportato il loro contributo l’Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali (Anica), la società Cinecittà Luce, il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, la Cineteca Nazionale Italiana, la Regione Lazio e la Cineteca di Bologna.

A rappresentare l’Accademia saranno l’attrice italiana Maria Grazia Cucinotta, di recente a Mosca per il progetto “ExhibItaly”, e l’attore e produttore russo Alexei Guskov.

Fra i compiti principali della nuova Accademia ci saranno quello di promuovere il cinema di animazione, creare nuove collaborazioni tra i giovani registi dei due Paesi, conservare e promuovere il cinema, spingendo allo stesso tempo la nascita di nuove produzioni cinematografiche.

Alla firma dell’accordo ha partecipato anche il direttore del Festival di Roma, Marco Muller.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta