Kalashnikov in un brand

Il progettista del noto fucile d'assalto ha accettato di prestare il proprio cognome a una nuova società militare, nata dalla fusione tra due importanti produttori di armi

Ha da poco compiuto 93 anni. Nel 1949 il suo fucile venne preso in dotazione dalle Forze Armate russe, divenendo una delle armi più conosciute al mondo.

Passata la soglia dei novanta, Mikhail Kalashnikov, il celebre progettista russo di armi da fuoco, ha deciso di “prestare” il suo cognome a una società di produzione militare, nata dalla fusione tra due importanti imprese: la Izhmekh e la Izhmash, che daranno vita a un nuovo impianto nella città di Izhevsk, nella Repubblica di Udmurtia.

La notizia è stata resa nota dal vice primo ministro russo Dmitri Rogozin, responsibile per l’industria della difesa, ripreso dall’agenzia di stampa Ria Novosti.

“Il leggendario progettista – ha detto Rogozin, citato sul sito Internet di Ria Novosti -, ha accettato di dare in prestito il proprio nome per questo progetto”. Secondo Rogozin, Kalashnikov avrebbe detto sì dopo essere stato contattato per telefono nel giorno del suo compleanno, il 10 novembre 2012.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta