Capello fa volare la Russia

L'allenatore italiano Fabio Capello alla guida della Nazionale russa di calcio (Foto: Ria Novosti/Ilya Pitalev)

L'allenatore italiano Fabio Capello alla guida della Nazionale russa di calcio (Foto: Ria Novosti/Ilya Pitalev)

Grazie alle vittorie conquistate sotto la guida del tecnico italiano, la Nazionale della Federazione rientra nella top ten Fifa e si attesta al nono posto

Dopo due anni di assenza, la Nazionale russa è prepotentemente rientrata tra i primi dieci della classifica Fifa. Con un inizio a punteggio pieno nel girone di qualifiche ai Mondiali del 2014, i pupilli di Fabio Capello sono al nono posto, davanti a Grecia, Croazia e Uruguay.

La squadra russa è entrata nella top ten delle nazionali a seguito degli ultimi risultati della classifica Fifa. Secondo gli esiti di settembre 2012, i ragazzi dell’allenatore italiano occupavano il dodicesimo posto, ma dopo i successi iniziali del girone di qualifica del Campionato del Mondo 2014 hanno sorpassato la Grecia, che li aveva sconfitti agli Europei del 2012, oltre alla Croazia e all’Uruguay.

All’inizio di ottobre 2012 la Nazionale russa ha battuto il Portogallo, l’Azerbajdzhan ed è salita a punteggio pieno in testa al suo girone. La vittoria più significativa è stata quella contro i portoghesi che in quel momento erano la terza squadra del mondo e fin dall’estate avevano iniziato la scalata.

La sconfitta allo stadio Luzhniki, come l’inaspettato pareggio dei ragazzi di Paulo Bento contro l’Irlanda del Nord, ha fatto scivolare la squadra portoghese al quarto posto. Passa avanti l’Argentina che nella lotta per entrare nei prossimi Mondiali di Brasile 2014 non perde punti da settembre: i giocatori del ct Alejandro Sabella hanno battuto nelle ultime due partite Uruguay e Cile, detentori della Coppa America.

Negli ultimi quattro anni i russi hanno conquistato più o meno 1.084 punti. La parte del leone l’hanno fatta nel 2012, durante il quale la Nazionale ha ottenuto 606,68 punti. Nonostante l’eliminazione dagli Europei, il 2012 è stato per la squadra russa un anno di successi.

L’ultima volta che la selezione era entrata nella top ten era accaduto nell’ottobre del 2010, con uno scatto di 15 posizioni, che però l'ha visto in seguito di nuovo uscire dalla decina in vetta, tenendo conto delle amichevoli all’inizio del 2011 con il Qatar, l’Iran e il Cameron e la mancanza di sfide con le Nazionali di punta.

Il miglior risultato degli ultimi quattro anni è il sesto posto conquistato nell’estate del 2009 dai ragazzi dell’allora ct Guus Hiddink, con 1.161 punti all’attivo, superando così Inghilterra, Argentina e Francia.

A dire il vero i risultati di quell’ottobre decretarono l’uscita dai primi dieci classificati. Nei primi trenta soltanto tre squadre sono rimaste al loro posto. Se in pochi hanno fatto caso al ventiseiesimo posto della Norvegia, tranne gli stessi norvegesi, hanno mantenuto le posizioni in classifica gli spagnoli, campioni del Mondo e d’Europa in carica, e la nazionale tedesca.

Nella top ten oltre alla Russia soltanto la nazionale italiana è salita di tre posizioni contendendosi con successo il quinto posto con l’Inghilterra. La squadra dell’Uruguay invece è scesa di quattro posizioni.

Per leggere l'articolo in versione originale cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta