Metropolitana Milanese per l'anello ferroviario di Mosca

Trattative in corso tra la società meneghina e le Ferrovie Russe, emerse nel corso della due giorni di Milano sulla promozione in Europa dell'idea del Corridoio ferroviario euroasiatico

Nell’ambito della due giorni di conferenza "TransEurasian Corridor Razvitie - The Milan stage: a new dimension of cooperation", promossa a Milano dal CerTet Bocconi e dalla Banca Millenium di Mosca, per la promozione in Europa dell'idea del Corridoio ferroviario euroasiatico, sono emerse opportunità per le società italiane che operano nel settore delle infrastrutture di trasporto.

Con l'obiettivo, infatti, di dare vita a collaborazioni strategiche tra Italia e Russia per il lancio del progetto di  realizzazione del corridoio eurasiatico, asse infrastrutturale per il congiungimento dell’Europa all’Estremo Oriente attraverso la Russia, sono state evidenziate possibilità di partnership e di trasferimento di tecnologie nei progetti di investimento che stanno iniziando in Russia, quali l’alta velocità, la progettazione delle stazioni di interscambio, la definizione dell’anello ferroviario di Mosca. Proprio su ques'ultimo progetto, in particolare, si è concentrato il dialogo con la società Metropolitana Milanese.

Il meeting si è chiuso con la proposta di costituzione di un gruppo di lavoro stabile bilaterale,  Metaindustrial Project Agency, che avrà come scopo quello di definire  nel breve periodo gli strumenti di collaborazione, le linee guida e le priorità da affrontare per dare concretezza al progetto del corridoio. L'agenzia valuterà, soprattutto, gli aspetti strategici, i possibili meccanismi di finanziamento dell’opera e  le alternative tecnologiche.

Oltre agli aspetti di mobilità anche ferroviaria, sono stati toccati aspetti di produzione e trasferimento di energia (il cosiddetto corridoio energetico). "Si tratta - ha commentato Luigi Morisi, presidente di Assifer, l'associazione di Anie Confindustria che rappresenta oltre l'80 per cento del mercato nazionale del settore ferroviario, - di una prospettiva che, se attuata, può costituire un'opportunità importante per le nostre imprese, ben consce della progressiva necessità di rafforzare le attività internazionali. La condivisione dell'iniziativa di queste due giornate milanesi e la partecipazione ai lavori da parte di Ferrovie dello Stato Italiane e TreNord, la presenza di Metropolitana Milanese, Politecnico di Milano e numerose istituzioni rappresenta un significativo indice dell'attenzione da parte di tutto l'insieme degli operatori del settore".

Nel corso della due giorni si sono poste anche le basi per la creazione di una collaborazione sul piano della  formazione manageriale e della ricerca tra l’Università Bocconi, il Politecnico di Milano e le Ferrovie Russe.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta