Voto Usa, Mosca si congratula con Obama

Barack Obama vince le elezioni presidenziali negli Stati Uniti e torna alla Casa Bianca. Positive le reazioni da Mosca: il Presidente russo Vladimir Putin e il primo ministro Dmitri Medvedev si sono congratulati con il vincitore (Foto: AP)

Barack Obama vince le elezioni presidenziali negli Stati Uniti e torna alla Casa Bianca. Positive le reazioni da Mosca: il Presidente russo Vladimir Putin e il primo ministro Dmitri Medvedev si sono congratulati con il vincitore (Foto: AP)

Alla luce dei risultati delle elezioni presidenziali americane, arrivano i complimenti del Presidente russo Vladimir Putin, mentre Medvedev dal suo blog esulta in inglese: "Congratulations"

È stata accolta in maniera molto positiva a Mosca la vittoria di Barack Obama alle presidenziali degli Stati Uniti. Il Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin ha fatto sapere, tramite il suo portavoce Dmitri Peskov, che telefonerà al più presto al presidente americano per congratularsi personalmente.

Nel frattempo Putin ha inviato a Obama un telegramma: “Potremmo rendere noto l’esatto contenuto del messaggio solamente dopo che sarà stato ricevuto dalla controparte americana - ha aggiunto Peskov, ripreso dall’agenzia di stampa Ria Novosti -. Posso solo affermare che la notizia della vittoria di Obama è stata accolta in maniera molto positiva in tutto il Cremlino”.

Durante un’intervista al giornale Moskovskye Novosti, il 7 novembre 2012 il ministro degli Esteri Sergei Lavrov ha dichiarato che “la Russia è aperta a una grande collaborazione con la nuova amministrazione americana”.

“Naturalmente continueremo a lavorare insieme – ha affermato Lavrov -. Siamo pronti a collaborare per l’uguaglianza, per profitti comuni e nel rispetto reciproco. Guarderemo lontano, laddove è pronta ad arrivare l’amministrazione americana”. 

Parole di plauso anche dal primo ministro russo Dmitri Medvedev: “Congratulations”, ha scritto sul suo blog. “Obama è un partner trasparente e prevedibile – ha dichiarato ai giornalisti -. Si tratta di un presidente di successo”.

Il primo ministro della Federazione ha inoltre confessato una certa soddisfazione per il fatto che lo sfidante Mitt Romney, che nel periodo pre-elettorale si era lasciato scappare alcune dichiarazioni anti-russe, non sia salito alla Casa Bianca.

“Mi rende molto felice sapere che il nuovo presidente americano non è una persona che considera la Russia il nemico numero uno - ha affermato Medvedev -. Non è un dettaglio da sottovalutare per la nostra politica". 

L'articolo è stato realizzato con informazioni tratte da Ria NovostiInterfax e Moskovskye Novosti

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta