Buon compleanno, Transiberiana

Ricorre l'anniversario della linea ferroviaria più lunga del mondo che, con i suoi novemila chilometri di binari, attraversa sette fusi orari unendo Oriente e Occidente

Con i suoi novemila chilometri di binari, unisce Est e Ovest. Oriente e Occidente. Ricorre proprio in questi giorni l’anniversario dell’inaugurazione della Transiberiana, la linea ferroviaria più lunga al mondo, che collega la Russia Europea alle regioni più estreme della Federazione. Da Mosca a Vladivostok, al confine con la Cina. E poi ancora più a Sud, verso Pechino, grazie a una delle sue varie diramazioni.

La linea venne terminata infatti il 21 ottobre 1901 (il 3 novembre secondo il calendario gregoriano): un’opera mastodontica, che impiegò la forza lavoro di oltre novantamila uomini, perlopiù condannati ai lavori forzati. Molti di loro non arrivarono mai a vedere il progetto ultimato, visto che perirono durante la sua realizzazione. Ci volle ancora qualche anno però affinché la circolazione si avviasse in maniera regolare.

Sette i fusi orari toccati dalla linea, che al giorno d’oggi risulta uno dei mezzi di comunicazione più battuti per il trasporto delle merci russe, oltre che una delle mete turistiche più in voga per gli amanti del viaggio avventura. I lavori per la realizzazione della linea ferroviaria vennero avviati nel lontano 1891 dal futuro zar Nicola II. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta