Il circo delle vetture turismo a Mosca

(Foto: AP)

(Foto: AP)

Una tappa del campionato Dtm, il Deutsche Tourenwagen Masters, toccherà la Russia il 4 agosto 2013, una conferma di quanto il Paese attiri sempre più rombanti investimenti sportivi

Nel circuito Red Bull Ring di Spielberg, in Austria, il 6 marzo 2012. In testa l'italiano Edoardo Mortara (Audi A5), Gary Paffett (Mercedes) e Martin Tomczyk (Bmw) (Foto: AP)

Russia e i motori, ormai è passione. Con il Raceway Moscow, il circuito della capitale, che diventa il crocevia europeo nel periodo estivo delle competizioni su due e quattro ruote. Nel 2013, precisamente il 4 agosto, sbarca nella Federazione anche il campionato Dtm, il Deutsche Tourenwagen Masters, una serie automobilistica per vetture turismo organizzata in Germania, con gare in programma sui principali circuiti d'Europa. E che ha accolto negli anni ex piloti di Formula Uno, tra cui Hakkinen, Coulthard e Alex Zanardi.

Mosca sarà il settimo degli appuntamenti in calendario. Mentre dei nove tracciati che hanno fatto parte del campionato 2012, solamente uno non è stato confermato: si tratta di Valencia, che nella prossima stagione dovrebbe far spazio a Barcellona. Ancora non c'è la conferma ufficiale, ma sembra questo il destino della data del 29 settembre 2013, rimasta ancora da assegnare. Cancellata definitivamente, infine, la gara-evento dello Stadio Olimpico di Monaco di Baviera.

Dunque, il Dtm, dopo la Superbike, le gare di Fia Gt1 World Championship e World Series Renault, aspettando l'arrivo della Formula Uno, nel 2014 sul circuito di Sochi, sede nello stesso anno delle Olimpiadi invernali. Sullo sfondo, anche la Moto Gp.

Un'inversione di tendenza netta, apertura dovuta al grande potenziale di mercato che i colossi industriali nel settore auto - Bmw, Mercedes, Ferrari, solo per citarne alcune - intravedono nella Federazione. Ai russi piace il brivido dell’alta velocità. Un bacino da oltre 140 milioni di persone, con fatturati in enorme crescita per le multinazionali anche nel 2012 (vendite auto, più 10 per cento da gennaio a settembre, numeri clamorosi rispetto agli altri mercati europei, considerando la crisi) rispetto all’ottimo 2011.

Ed è per questo motivo che Hans Werner Aufrecht, capo della Itr, società che si occupa dell'organizzazione del campionato Dtm, ha portato le vetture turismo a Mosca: "Per il DTM correre a Mosca è un passo avanti importante verso l'espansione in nuovi mercati. Per la serie e per i nostri costruttori, Audi, BMW e Mercedes, correre in un luogo come la Russia rappresenta una grande opportunità di mostrarsi a un nuovo pubblico".

E sono allo studio alcune idee per modificare il tracciato moscovita – lunghi rettilinei e curve lente -, disegnato dal progettista di F1, Hermann Tilke, che aveva raccolto critiche dall’ex campione del mondo Alain Prost e da Vitaly Petrov, pilota russo della Caterham.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta