Dal Gobi energia per la Russia

La Fondazione Desertec sta progettando la realizzazione di un parco eolico da 300 megawatt nel deserto asiatico per rifornire, oltre a Cina e Giappone, anche la Federazione

Servirà per rifornire di energia anche la Russia l’imponente parco eolico che la Fondazione Desertec sta pensando di realizzare nel deserto del Gobi, l’ampia zona che occupa parte della Cina settentrionale e della Mongolia meridionale. Un progetto, fanno sapere, che dovrebbe soddisfare le esigenze anche di Corea, Cina, Mongolia e Giappone.

Nato da un accordo siglato con Softbank Corporation, il parco eolico da 300 megawatt dovrebbe rifornire queste aree di energia “pulita” già a partire dalla fine del 2014, nel tentativo di sviluppare le rinnovabili. Secondo quanto comunicato dalla stessa Desertec,  sarebbe in atto una ricerca per individuare altri tre siti sui quali innalzare nuovi parchi, per arrivare a una potenza di 7mila megawatt.

Sorta nel 2009, la Fondazione Desertec riunisce scienziati, politici ed economisti dell’area mediterranea per sviluppare progetti di energie alternative. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta