A Mosca una casa spaziale per Naomi

La top model Naomi Campbell insieme al fidanzato russo Vladimir Doronin, che le ha regalato una lussuosa dimora alle porte di Mosca (Foto: Itar Tass)

La top model Naomi Campbell insieme al fidanzato russo Vladimir Doronin, che le ha regalato una lussuosa dimora alle porte di Mosca (Foto: Itar Tass)

La Venere Nera ha ricevuto in dono dal suo fidanzato russo Vladimir Doronin un'eccentrica dimora a forma di navicella: un'oasi di lusso firmata dall'architetto Zaha Hadid e realizzata alle porte della capitale russa

Sembra uscita da un film di Star Trek. Invece è l’ultima follia firmata Naomi Campbell. La Venere Nera ha da poco ricevuto come pegno d’amore dal suo fidanzato russo, il miliardario Vladimir Doronin, una casa alquanto bizzarra, realizzata sulle colline fuori Mosca. Una dimora “spaziale”, costruita con uno stile interamente futuristico, rialzata dal suolo di alcune decine di metri: una questione di privacy, scrivono i media russi, pronti per lanciarsi in una maratona all’ultimo scatto, degna dei migliori paparazzi.

La dimora sarebbe alta 22 metri e si estenderebbe su una superficie di 2.650 metri quadri: un vero castello degno del XXI secolo, con tanto di torretta rialzata, dove sarebbe stata progettata, secondo alcune indiscrezioni,  la camera da letto. Quattro i piani abitativi, rivestiti di pareti in vetro e mobili minimal di alto design, il tutto rifinito da una serie di torrette esterne, anch’esse in vetro.

La casa è stata progettata in mezzo ai pini che circondano la zona residenziale della Rublyovka, un quartiere d’élite alle porte della capitale russa, meta di vip e miliardari. Una villa che fa concorrenza all’eccentrica tenuta a forma di occhio gigante, costruita qualche anno fa in un'isola turca dall’imprenditore russo.

Un vero paradiso, completo di palestra, piscina coperta, sauna finlandese e, ovviamente, banya russa. “La palestra – riporta il giornale Komsomolskaya Pravda, che ha dedicato al progetto un ampio servizio -, è un requisito fondamentale per la Campbell, ossessionata dalla sua forma fisica”. Il piano interrato poi ospita un’ampia camera per gli ospiti, mentre la sala da pranzo e la cucina, realizzate con materiali eco, “ispirati allo stile di Gaudì”, ricoprono il piano superiore.

La casa è stata commissionata all’irachena Zaha Hadid, tra gli architetti più in voga di questi anni, progettista tra l’altro del Museo Maxxi di Roma, nuovo centro per le arti contemporanee.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta